Home . Fatti . Esteri . Accecò bimba con calce viva, punito con legge del taglione in Iran

Accecò bimba con calce viva, punito con legge del taglione in Iran

ESTERI
Accecò bimba con calce viva, punito con legge del taglione in Iran

Immagine di repertorio (Xinhua)

Il 'Qisas', la legge del taglione, torna ad essere applicata in Iran. Un uomo, che aveva lanciato della calce viva sul volto di una bambina di quattro anni, privandola della vista, è stato infatti accecato dalle autorità. Ad annunciare l'applicazione della sentenza è stato il capo dell'ufficio Indagini Penali della procura di Teheran, Mohammad Shahriari, citato dall'agenzia di stampa semiufficiale Isna.

"Nel 2009, l'uomo gettò della calce viva sul volto di una bambina di quattro anni nella regione di Sanandaj (nel nord-ovest dell'Iran, ndr), rendendola cieca", ha dichiarato Shahriari. "Oggi la pena è stata applicata in presenza mia e degli esperti", ha precisato, senza aggiungere ulteriori dettagli. E' la seconda volta quest'anno che nella Repubblica islamica viene applicata la legge del taglione.

Secondo la legge islamica vigente in Iran, se un reato che comporta una mutilazione fisica non è perdonato dalla vittima, il responsabile va punito con il 'qisas'.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI