Home . Fatti . Esteri . Rumba cubana diventa patrimonio immateriale dell'umanità

Rumba cubana diventa patrimonio immateriale dell'umanità

ESTERI
Rumba cubana diventa patrimonio immateriale dell'umanità

(Fotogramma)

La rumba cubana inserita nella lista del "patrimonio culturale immateriale" dell'umanità. Lo ha deciso oggi l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (Unesco) nel corso di una riunione ad Addis Abeba. "La rumba a Cuba, con i suoi canti, i suoi movimenti, i suoi gesti e la sua musica, è un'espressione di autostima e resistenza" che contribuisce alla formazione dell'identità nazionale, scrive il Comitato composto dai rappresentanti di 24 Paesi firmatari della Convenzione Unesco.

Il Comitato, si legge ancora, ha deciso di includere la rumba cubana nella lista dei beni protetti, perché è un "simbolo dell'intera società" cubana e "difende il diritto alla diversità culturale basata sul rispetto reciproco".

Nata nei quartieri disagiati di Cuba, la rumba è legata alla cultura africana, ma ha anche alcuni elementi caratteristici della cultura indiana occidentale e del flamenco spagnolo. "Per la sua natura integrativa e la diversità culturale, diventa espressione di ampia rilevanza sociale", sottolinea l'Unesco, elogiando anche "la ricchezza del ritmo, la grazia e la sensualità della danza e del canto, nonché la gioia che trasmette, capace di avvicinare molte persone, indipendentemente dal sesso, fenotipo, situazione sociale o geografica".

La delegazione di Cuba ha dedicato questo riconoscimento della cultura e dell'identità cubana a Fidel Castro, leader storico della Rivoluzione morto venerdì scorso a L'Avana.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI