Home . Fatti . Esteri . Effetto Brexit, nel Regno Unito boom di cittadini immigrati da Ue

Effetto Brexit, nel Regno Unito boom di cittadini immigrati da Ue

ESTERI
Effetto Brexit, nel Regno Unito boom di cittadini immigrati da Ue

(Afp)

Nei 12 mesi tra giugno 2015 e giugno 2016, in piena campagna per la Brexit, sono arrivati nel Regno Unito 284mila immigrati dai Paesi Ue. Un numero record, secondo i dati dell'Ufficio nazionale di statistica (Ons) britannico, dove spiccano al primo posto i cittadini Ue provenienti dalla Romania. Il dato sull'immigrazione netta dalla Ue, che tiene conto dei cittadini britannici che a loro volta si sono trasferiti in altri Paesi dell'Unione, si attesta sulle 189mila unità.

Le rilevazioni indicano che il motivo principale dell'immigrazione a lungo termine nel Regno Unito è la ricerca di un lavoro. Nel complesso, tenendo conto anche dei cittadini extracomunitari, il dato generale dell'immigrazione netta in Gran Bretagna nel periodo giugno 2015-giugno 2016 segna le 335mila unità, non molto distante dal record di 336mila registrato nei 12 mesi precedenti. Il dato generale sull'immigrazione, che tiene conto solamente degli arrivi nel Regno Unito, segna invece la cifra record di 650mila unità.

Una delle responsabili dell'Ons, Nicola White, è però cauta nell'attribuire ai dati un particolare significato legato alla Brexit. "E' troppo presto -spiega- per dire che effetto abbia avuto sull'immigrazione dall'estero a lungo termine il referendum sulla Ue, ammesso che abbia avuto un effetto".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI