Home . Fatti . Esteri . Nucleare, l'ira di Rohani: "Obama blocchi rinnovo sanzioni o arriverà ferma risposta"

Nucleare, l'ira di Rohani: "Obama blocchi rinnovo sanzioni o arriverà ferma risposta"

ESTERI
Nucleare, l'ira di Rohani: Obama blocchi rinnovo sanzioni o arriverà ferma risposta

(Xinhua)

L'Iran alza i toni contro gli Stati Uniti, dopo che il Senato americano ha approvato all'unanimità un'estensione per dieci anni delle sanzioni contro Teheran. In un discorso al Parlamento trasmesso in diretta dalla tv di Stato, il presidente iraniano Hassan Rohani ha esortato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama a bloccare l'Iran sanctions act (Act) o la Repubblica islamica "risponderà in modo fermo".

"Il presidente americano - ha tuonato Rohani - è obbligato a esercitare la sua autorità bloccando la sua approvazione ed in particolare la sua attuazione...E se questa grande violazione (dell'accordo in base al quale sono state sospese alcune sanzioni in cambio della rinuncia al perseguimento del programma nucleare, ndr) sarà portata avanti, noi risponderemo fermamente".

La Casa Bianca ha già fatto sapere venerdì, all'indomani del voto in Senato, che firmerà la legge, nonostante Obama abbia delle riserve in merito.

Secondo i deputati ed i senatori americani, l'Isa non rappresenta una violazione dell'intesa sul nucleare raggiunta lo scorso anno con Teheran dai '5+1' (Stati Uniti, Francia, Russia, Cina, Gran Bretagna più Germania), ma permette di reintrodurre più facilmente le sanzioni nel caso di un mancato rispetto da parte della Repubblica islamica di quell'accordo.

Intanto, secondo l'agenzia di stampa Irna, 264 deputati iraniani su un totale di 290 hanno approvato una dichiarazione con la quale esortano il governo ad applicare contro misure in risposta alla proroga delle sanzioni, tra cui il riavvio del programma di arricchimento dell'uranio bloccato con l'accordo sul nucleare.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI