Home . Fatti . Esteri . Allerta meteo negli Usa, in arrivo tempesta di neve: emergenza a New York

Allerta meteo negli Usa, in arrivo tempesta di neve: emergenza a New York

ESTERI
Allerta meteo negli Usa, in arrivo tempesta di neve: emergenza a New York

(Foto Afp)

Sono continuati senza sosta per tutta la giornata di ieri i preparativi per fronteggiare quella che i meteorologi considerano la prima importante tempesta invernale della stagione, attesa per oggi, che colpirà la costa nord est degli Stati Uniti, portando forti bufere di neve in New Jersey, a New York e nel Connecticut.

Annunciata la chiusura delle scuole e cancellati moltissimi voli in tutto il Mid-Atlantic e New England, dove la gente è stata invitata a non mettersi in strada. Sono previsti oltre 30 centimetri di neve da Philadelphia al Maine, interessando quindi milioni di persone, migliaia di strade molto trafficate e alcuni degli aeroporti più frequentati del paese. E' emergenza a New York City dove sono previsti ben 60 cm di neve, secondo il National Weather Service. Emesso un avviso per invitare a utilizzare i mezzi pubblici e non mettersi in viaggio sulle strade.

"Ci stiamo preparando per una tempesta importante, e i newyorkesi devono prepararsi anche alla neve e alle condizioni delle strade pericolose", ha detto il sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, in un comunicato, aggiungendo che tutte le scuole pubbliche resteranno chiuse. Sono stati già predisposti 689 spargisale in tutta la città, e quando la neve raggiungerà i livelli massimi saranno impiegate oltre 1.600 mezzi per rimuoverla.

Il Governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato che rafforzerà la presenza di pattuglie della polizia di stato durante la tempesta. Il suo ufficio ha anche avvertito che la Metropolitan Transportation Authority, che gestisce le metropolitane di New York, potrebbe limitare o annullare il servizio ferroviario, a seconda della gravità delle condizioni meteo.

Già oltre 4.000 voli in programma per oggi sono stati annullati a partire da ieri pomeriggio, la maggior parte dei quali diretti verso gli aeroporti intorno a New York, Washington, Boston e Philadelphia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.