Home . Fatti . Esteri . "Attaccare la Siria è un grave errore", così scriveva Trump su Twitter

"Attaccare la Siria è un grave errore", così scriveva Trump su Twitter

ESTERI
Attaccare la Siria è un grave errore, così scriveva Trump su Twitter

L'attacco missilistico in Siria sferrato nella notte dagli Stati Uniti è stato eseguito su ordine del presidente Donald Trump, segnando un suo drastico cambiamento di posizione rispetto al passato. A dimostrarlo numerosi tweet pubblicati dal tycoon nel settembre 2013 in cui definiva una "follia" colpire Damasco ed esortava l'allora presidente Obama a "consultare il Congresso prima di commettere un grave errore". ''Non bisogna attaccare la Siria", scriveva Trump, "se ciò accadesse avverrebbero cose terribili e gli Stati Uniti non otterrebbero nulla". Anche in campagna elettorale Trump aveva espresso differenti opinioni in merito alla politica estera statunitense accusando, in più di una occasione, la competitor Hillary Clinton di voler iniziare "un conflitto in Siria provocando l'esplosione della terza guerra mondiale''. "Tuttavia c'è una differenza", spiega la Cnn, "tra quello che Trump conosce ora e quello che sapeva prima. Il presidente adesso ha accesso a tutto ciò che riguarda i combattimenti in Siria, informazioni che da privato cittadino non poteva conoscere''.


Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI