Home . Fatti . Esteri . Panama Papers, arriva verdetto su premier pakistano: "No a dimissioni"

Panama Papers, arriva verdetto su premier pakistano: "No a dimissioni"

ESTERI
Panama Papers, arriva verdetto su premier pakistano: No a dimissioni

(Afp)

Arriva la sentenza della Corte suprema di Islamabad riguardo al coinvolgimento del primo ministro pakistano Nawaz Sharif nell'inchiesta 'Panama Papers', il fascicolo riservato con 11 milioni di documenti dello studio legale panamense Mossack Fonseca contenente i dati di centinaia di migliaia di finanziarie offshore.

La Corte suprema ha stabilito che non ci sono prove sufficienti a rimuovere dall'incarico il primo ministro. Lo rende noto il sito di Dawn, precisando che la stessa Corte ha ordinato la formazione di una commissione d'inchiesta per indagare sul presunto trasferimento di denaro in Qatar da parte del premier Sharif e della sua famiglia.

Dawn spiega inoltre che due dei cinque giudici incaricati di formulare la sentenza erano favorevoli a condannare Sharif, mentre gli altri tre hanno chiesto la formazione di una commissione d'inchiesta. La composizione della commissione d'inchiesta verrà resa nota entro 60 giorni, ha reso noto il giudice Asif Saeed Khosa annunciando il verdetto. Sharif e la sua famiglia hanno sempre negato qualsiasi accusa, respingendole come politicamente motivate.

''Verrà formata una commissione d'indagine - ha confermato il ministro della Giustizia pakistano Khawaja Asif incontrando i giornalisti fuori dal tribunale - Siamo pronti a indagini di qualsiasi tipo''. Il ministro dei Trasporti Saad Rafique ha aggiunto che il partito di governo ''collaborerà in tutto e per tutto con la commissione d'inchiesta e la decisione della Corte verrà rispettata''. Lo stesso dovrà fare il partito di opposizione guidato da Imran Khan, ha aggiunto Rafique.

Secondo il ministro alla Pianificazione e allo Sviluppo Ahsan Iqbal, la sentenza odierna rappresenta una ''vittoria storica'' per il PML-N, il partito di Sharif, e ''la dimostrazione che il PTI (il partito di Khan, ndr) rappresenta una minoranza in Pakistan''. La Corte Suprema aveva accettato di indagare sul presunto coinvolgimento di Sharif nell'inchiesta 'Panama papers' dopo che il leader dell'opposizione Khan aveva minacciato proteste di piazza.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI