Home . Fatti . Esteri . Francia, fabbrica chiude: operai la 'minano' con bombole gas

Francia, fabbrica chiude: operai la 'minano' con bombole gas

ESTERI
Francia, fabbrica chiude: operai la 'minano' con bombole gas

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Gli operai di una fabbrica di La Souterraine, comune nella regione centrale francese della Creuse, hanno fatto sapere di aver piazzato delle bombole di gas a 'difesa' dell'impianto, a rischio chiusura. Lo rivela Franceinfo, secondo cui i dipendenti - 277 - sperano così di fare pressioni sui due principali clienti della GM&S, Psa e Renault.

Secondo il sito dell'emittente, gli operai avrebbero anche distrutto due macchinari. "Tutto questo fa male al cuore - ha ammesso un lavoratore - ma non abbiamo altra scelta per fare pressione, se non vogliamo sparire". "Abbiamo minato la fabbrica", ha detto il delegato del sindacato Cgt Vincent Labrousse, affermando tuttavia che "il dialogo resta aperto, non volevamo arrivare a questo punto, ma non ci hanno lasciato scelta, l'età media è di 49 anni, che faremo? Abbiamo famiglia".

Sottoposta a dicembre ad una procedura di amministrazione controllata, la GM&S ha tempo fino al 23 maggio per trovare un nuovo acquirente. Ma intanto i rappresentanti sindacali lamentano il fallimento dei negoziati. E gli operai, che da oggi occupano la fabbrica, non escludono di recarsi a Parigi la settimana prossima per sensibilizzare il nuovo presidente Emmanuel Macron, che si insedia all'Eliseo domenica. La Gm&S produce parti d'automobile per Psa e Renault.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.