Orlando, impiegato licenziato spara: 5 morti

Cinque persone sono rimaste uccise in una sparatoria in un distretto commerciale di Orlando, in Florida. E' stato un impiegato licenziato, che si è poi suicidato, ad uccidere cinque suoi ex colleghi aprendo il fuoco nella sede della Fiamma Inc. Lo ha reso noto lo sceriffo Jerry Demings. La Fiamma è un'azienda italiana che produce accessori e ricambi per camper, prodotti che negli Stati Uniti vengono distribuiti dalla sede di Orlando.

L'azienda "è una società americana che distribuisce i nostri prodotti", precisa all'Adnkronos la Fiamma Inc. Dall'azienda, al momento, nessuna ulteriore dichiarazione su quanto accaduto.

L'autore della strage, si legge sul quotidiano locale Orlando Sentinel, era stato licenziato in aprile, dopo essere stato accusato di aver picchiato un collega. Il suo nome non è stato reso noto. Non è chiaro come l'uomo sia riuscito ad entrare questa mattina nel suo vecchio posto di lavoro, dove in quel momento si trovavano 12 impiegati. L'aggressore ha aperto il fuoco in diversi locali, uccidendo sul posto tre uomini e una donna, mentre una quinta vittima è poi deceduta in ospedale. Dopo aver sparato sui colleghi, l'uomo si è ucciso.

La prima chiamata della polizia è arrivata alle 8.03 e gli agenti sono arrivati sul posto in due minuti, ha detto lo sceriffo. La sparatoria non sembra avere nessun collegamento con il terrorismo.