Home . Fatti . Esteri . "Ultime ore con il nostro piccolo Charlie", l'ospedale staccherà la spina

"Ultime ore con il nostro piccolo Charlie", l'ospedale staccherà la spina

ESTERI
Ultime ore con il nostro piccolo Charlie, l'ospedale staccherà la spina

(Da Facebook)

I medici staccheranno la spina del macchinario che tiene in vita Charlie Gard, il bambino di dieci mesi affetto da una rara sindrome, la cui storia ha diviso la Gran Bretagna. Ad annunciarlo su Facebook sono stati i genitori Connie e Chris che si sono battuti in ogni sede legale per impedire questa decisione.

"Abbiamo il cuore completamente spezzato. Trascorriamo le ultime ore con il nostro bambino" hanno scritto sulla loro pagina Facebook, postando alcune loro foto al capezzale del piccolo. "Non ci è permesso di scegliere se nostro figlio vivrà e non ci è permesso di scegliere quando e dove Charlie morirà".

"Charlie - concludono - morirà sapendo che è stato amato da migliaia di persone, grazie per il vostro sostegno".

Al bambino è stata diagnosticata poco dopo la nascita dalla sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, una patologia che causa un progressivo e inesorabile indebolimento muscolare, di cui si conoscono solo 16 casi al mondo. I medici dell'ospedale pediatrico Great Ormond Street Hospital, dove il piccolo è ora ricoverato in terapia intensiva, avevano avvertito i genitori che il figlio non aveva speranze di sopravvivere e hanno deciso di staccare il suo supporto vitale.

Connie e Chris Gard volevano tentare una cura sperimentale negli Stati Uniti, per la quale hanno avviato una raccolta fondi. I coniugi Gard hanno tentato ogni possibile via legale, compreso un ricorso alla Corte europea dei diritti dell'Uomo, che è stato però respinto il 26 giugno. Secondo la Corte, qualunque ulteriore trattamento danneggerebbe Charlie, sottoponendolo a "dolore continuo, sofferenza e stress" senza produrre alcun beneficio.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI