Home . Fatti . Esteri . Usa, Senato approva nuove sanzioni alla Russia: limitati i poteri di Trump

Usa, Senato approva nuove sanzioni alla Russia: limitati i poteri di Trump

ESTERI
Usa, Senato approva nuove sanzioni alla Russia: limitati i poteri di Trump

(Fotogramma)

Il Senato americano ha approvato, con una schiacciante maggioranza di 98 voti a favore e 2 contrari, il disegno di legge che impone nuove sanzioni verso Russia, Iran e Corea del Nord e che include anche limiti al potere del presidente Donald Trump, vietandogli di alleggerire o revocare le sanzioni russe senza l'approvazione del Congresso. Il pacchetto di misure, già approvate dalla Camera, passa sul tavolo del presidente di cui è necessaria la firma.

Le sanzioni verso la Corea del Nord hanno come obiettivo le sue armi nucleari e i programmi missilistici balistici, nonché lo sfruttamento del lavoro, mentre riguardo all'Iran mira a colpire le attività terroristiche, gli abusi dei diritti umani e i programmi balistici.

La reazione della Russia non si è fatta attendere: il ministero degli Esteri, citato dall'agenzia Tass, ha infatti annunciato il taglio del numero di diplomatici in servizio nelle ambasciate e nei consolati negli Stati Uniti, riducendolo a 455 persone. La Russia ha, oltre all'ambasciata a Washington, consolati a Washington, New York, San Francisco, Houston e Seattle. A questi uffici si aggiunge la rappresentanza permanente all'Onu di New York.

La Russia sospende inoltre anche l'uso, in concessione ai diplomatici americani in Russia, della residenza estiva di Serebryany Bor e di magazzini della via Dorozhnaya a Mosca, a partire dal primo agosto.

Il ministero degli Esteri russo chiede poi anche agli Stati Uniti di ridurre, entro il primo settembre, il personale diplomatico e i dipendenti in servizio presso le missioni in Russia a 455 persone.

"Gli Stati Uniti, con il pretesto del tutto inventato delle interferenze di Mosca nei suoi affari interni, attuano in modo insistente sgarbate azioni antirusse. Questo avviene contro i principi del diritto internazionale, in contraddizione con la carta delle Nazioni Unite e le norme dell'Organizzazione mondiale per il commercio e gli elementi fondamentali della comunicazione civile fra Paesi", ha dichiarato il ministero degli Esteri annunciando le risposte di Mosca.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI