Home . Fatti . Esteri . La Spagna ripiomba nel terrore: 13 anni fa le bombe sui treni

La Spagna ripiomba nel terrore: 13 anni fa le bombe sui treni

ESTERI
La Spagna ripiomba nel terrore: 13 anni fa le bombe sui treni

L'attacco di oggi a Barcellona ha fatto ripiombare nel terrore la Spagna, già profondamente colpita l'11 marzo 2004, quando alle 7.40 dieci bombe esplosero su treni locali a Madrid, uccidendo 191 persone in uno degli attentati più sanguinosi nella storia del Paese.

La mattina di quel giovedì 11 marzo 2004, tre giorni prima delle elezioni generali, dieci zaini riempiti con esplosivo furono fatti esplodere in quattro treni regionali di Madrid, nelle stazioni madrilene di Santa Eugenia, di El Pozo e di Atocha e in un quarto treno che si trovava nei pressi di via Téllez. Lo choc fu immenso in tutta la Spagna.

All'epoca, più di 11 milioni di persone, uno spagnolo su quattro, scesero in piazza il giorno dopo per manifestare contro il terrorismo. Tre settimane dopo gli attentati di Madrid, il 3 aprile, sette persone sospettate di essere i coordinatori degli attentati si suicidarono collettivamente in un appartamento di Leganes, alla periferia di Madrid, circondato dalla polizia. Nel 2007 un processo fiume ha portato alla condanna di 21 persone, per un totale record di 43.000 anni di prigione.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI