Home . Fatti . Esteri . Cambrils, sventato nuovo attacco

Cambrils, sventato nuovo attacco

ESTERI
Cambrils, sventato nuovo attacco

(Afp)

Un morto, cinque persone e un agente feriti e cinque attentatori uccisi è il bilancio dello scontro a fuoco con la polizia avvenuto nella notte a Cambrils, 120 chilometri a sud di Barcellona, nella provincia di Tarragona, in un nuovo attacco poche ore dopo la strage sulla Rambla del capoluogo catalano (FOTO).

Due gli uomini arrestati in relazione agli attentati: i sospetti sono stati fermati rispettivamente a Cambrils e a Ripoll, località a un centinaio di chilometri da Barcellona. Un terzo arresto era stato effettuato mercoledì scorso in relazione all'esplosione di Alcanar.

Il Mossos, la polizia catalana, ha ucciso quattro presunti terroristi in una sparatoria e un quinto gravemente ferito è morto più tardi. Indossavano tutti cinture esplosive, poi rivelatesi false, ed erano armati.

Secondo fonti ufficiali, l'operazione dei Mossos è cominciata intorno all'1.30 nella zona del porto, quando una Audi A3, dopo aver investito i passanti, si è scontrata con un veicolo dei Mossos d'Esquadra ed è iniziata la sparatoria, dopo un inseguimento, al termine della quale tutti i cinque presunti terroristi sono stati uccisi. Il poliziotto è ferito in modo lieve.

L'attacco di questa notte è collegato a quello di ieri pomeriggio a Barcellona. Lo ha confermato ai media locali il commissario capo dei Mossos d'Esquadra Josep Lluis Trapero, riferendo che la polizia sta lavorando alla pista di attacchi legati fra loro.

"GLI ATTENTATORI NON AVEVANO PRECEDENTI" - Il procuratore capo dell'Audiencia nacional spagnola, Javier Zaragoza, ha escluso che i responsabili degli attacchi di Barcellona e Cambrils avessero precedenti per terrorismo. Chiarito di non poter dare troppi dettagli perché alcune informazioni sono "molto riservate", Zaragoza, parlando con Cadena Ser, ha detto che al momento non è chiaro se l'uomo che ha noleggiato il furgone che ha seminato la morte sulla Rambla sia ancora in fuga o sia tra gli attentatori uccisi.

Lo stesso procuratore ha poi sostenuto che i terroristi entrati in azione ieri e nella notte non sono lupi solitari, ma membri di una cellula terroristica basata in Catalogna "pianificata e organizzata".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI