Home . Fatti . Esteri . Brexit, il piano segreto di Londra

Brexit, il piano segreto di Londra

ESTERI
Brexit, il piano segreto di Londra

(Foto Afp))

La Gran Bretagna intende porre fine alla libera circolazione delle persone immediatamente dopo la Brexit e introdurre restrizioni per scoraggiare l'arrivo di cittadini Ue che non siano altamente qualificati. E' quanto anticipa il 'Guardian' citando il documento di 82 pagine messo a punto lo scorso mese dall'Home Office (quindi non ancora approvato dal governo e, soprattutto, ancora da negoziare con Bruxelles) con il titolo "Border, Immigrazion and Citizenship System After the UK Leaves the European Union".

"Per dirla in modo semplice, questo significa che nel complesso l'immigrazione deve essere di beneficio non solo ai migranti ma anche migliorare le condizioni dei residenti", si legge nel documento.

DA 2 A 5 ANNI - Ai cittadini Ue non qualificati si offrirà il permesso di soggiorno per un massimo di soli due anni. Coloro che hanno "occupazioni di alto valore" avranno permessi di lavoro più lunghi, dai tre ai cinque anni.

PASSAPORTO - Tutti i cittadini Ue dovranno avere il passaporto per entrare in Gran Bretagna. E si propone l'introduzione di permessi di residenza biometrici provvisori per tutti i residenti Ue che intenderanno stabilirsi nel Paese per più di qualche mese. Il documento propone inoltre di limitare ai membri diretti della famiglia, più i partner duraturi, coloro che avrebbero riconosciuto il diritto di ricongiungimento.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI