Usa, l'uragano Irma fa paura

Prosegue la sua corsa Irma, uno degli uragani più intensi che abbiano colpito l'Atlantico: con venti medi di 295 km orari e raffiche anche molto più potenti, l'uragano avanza verso ovest a una velocità di 24 chilometri orari. Il Centro nazionale uragani degli Stati Uniti (CNH) ha emesso in nottata un bollettino in cui indicava che l'uragano era a nord delle isole Sottovento, le Isole più meridionali delle piccole Antille, 210 chilometri ad est di Antigua e 220 a sudest di Barbuda. "Irma è un uragano estremamente pericoloso di categoria 5 nella scala Saffir-Simpson. I suoi venti massimi sostenuti sono vicini ai 295 chilometri orari con raffiche più forti", si legge.

La traiettoria pronosticata prevede il passaggio su porzioni del nord delle isole Sottovento, quindi nelle vicinanze o sopra porzioni delle isole Vergini americane quindi vicino o poco a nord di Portorico, dove è atteso questo pomeriggio o nella notte. I venti con forza di uragano si estendono fino a 95 chilometri dal centro, quelli con forza di tempesta tropicale fino a 280 chilometri.

Il governo della Repubblica Dominicana ha emesso un avviso di uragano per la costa settentrionale, dalla frontiera con Haiti verso est fino a Capo Engano. Avvisi di uragano sono stati diffusi per Antigua, Barbuda, Anguila, Montserrat, St. Kitts, e Nevis, Saba, St. Eustatius e St. Maarten, San Martin e San Barthelemy, Isole Vergini britanniche e americane, Portorico, Vieques e Culebra. L'avviso viene diramato 36 ore prima dell'arrivo dei venti con forza di tempesta tropicale.

Il Centro Uragani ha raccomandato a Repubblica Dominicana, Haití, Cuba, Bahamas e Florida il monitoraggio dell'evoluzione di Irma per il rischio di onde e mareggiate intense. L'arrivo di Irma ha fatto scattare lo stato di massima allerta in vari paesi caraibici e dichiarare l'emergenza in 67 contee della Florida.