Home . Fatti . Esteri . Invalidata legge referendum Catalogna

Invalidata legge referendum Catalogna

ESTERI
Invalidata legge referendum Catalogna

(AFP PHOTO)

La Corte Costituzionale spagnola ha invalidato - dichiarandola nulla e incostituzionale - la legge del referendum approvata dal parlamento catalano per convocare la consultazione elettorale dello scorso primo ottobre. Secondo i giudici, la legge invade competenze statali e lede "tra gli altri principi costituzionali, la supremazia della Costituzione, la sovranità nazionale e l'indissolubile unità della nazione spagnola", si legge in un comunicato.

Il 'Parlament' di Barcellona aveva approvato la legge il 6 settembre nel corso di una turbolenta sessione durante la quale i deputati contrari al governo indipendentista avevano abbandonato l'aula in segno di protesta. Il governo centrale di Mariano Rajoy aveva immediatamente presentato ricorso contro la legge, sospesa il giorno successivo dalla Corte costituzionale in via cautelare, così come la convocazione del referendum firmata dal capo dell'esecutivo catalano, Carles Puigdemont.

IN PIAZZA - Intanto sono migliaia le persone che manifestano nel centro di Barcellona per chiedere il rilascio di Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, i due leader indipendentisti che sono stati arrestati con l'accusa di sedizione. Secondo le autorità catalane, sono 20mila i manifestanti nel capoluogo catalano mentre altre manifestazioni per la scarcerazione del presidente dell'Assemblea Nacional Catalana e del Omnium Cultural si sono svolte anche a Girona, Tarragona e Lleida e in altre località catalane. Una manifestazione si è svolta anche alla Puerta del Sol a Madrid, a València e a Palma de Mallorca.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI