Infermiere killer: iniezioni letali a 100 pazienti

Potrebbe essere responsabile di oltre 100 omicidi Niels H., l'infermiere tedesco già condannato all'ergastolo nel 2015 per aver ucciso o tentato di uccidere sei pazienti con iniezioni letali. Le indagini avviate dopo il processo, durante il quale l'uomo aveva ammesso di aver ucciso molte altre persone, hanno rivelato un quadro gravissimo, che potrebbe fare dell'infermiere uno dei peggiori serial killer della storia giudiziaria tedesca.

Niels H., 40 anni, aveva lavorato in due ospedali, nelle città settentrionali tedesche di Oldenburg e Delmenhorst. Gli inquirenti hanno setacciato le cartelle cliniche di innumerevoli pazienti morti durante il ricovero, procedendo all'esumazione dei corpi nei casi sospetti. Oggi la procura di Oldenburg ha annunciato che le analisi tossicologiche hanno indicato 16 possibili casi di omicidio, dopo gli 84 già individuati in agosto. In diversi altri casi non è stato possibile chiarire se la morte dei pazienti sia stata naturale, dato che le salme erano state cremate. Le nuove accuse contro Niels H. potrebbero essere formalizzate l'anno prossimo.