Home . Fatti . Esteri . Messaggi a Wikileaks, Trump jr nei guai

Messaggi a Wikileaks, Trump jr nei guai

ESTERI
Messaggi a Wikileaks, Trump jr nei guai

Donald Trump Jr (Afp)

C'è stato uno scambio di messaggi tra Donald Trump jr. e Wikileaks, lo scorso anno, durante la campagna elettorale per la Casa Bianca. Lo ha rivelato la rivista 'The Atlantic' e oggi Trump jr. ha pubblicato sul suo account twitter lo scambio. "Ecco qui l'intera catena messaggi con twitter (con le mie tre grandissime risposte), che una delle commissioni del Congresso ha scelto selettivamente di far uscire. Che ironia", ha scritto il figlio del presidente.

Qualche ora prima, il giornale aveva scritto che Wikileaks - che nell'autunno del 2016 aveva diffuso una serie di email della campagna democratica di Hillary Clinton - aveva mandato ripetutamente dei messaggi a Trump jr. sollecitandolo a promuoverne la pubblicazione.

Nei tweet pubblicati dal figlio del presidente ci sono screenshot di messaggi di Wikileaks, tra cui la richiesta del gruppo di Julian Assange a pubblicare la dichiarazione dei redditi dell'allora candidato repubblicano. "Hey Don - si legge - Abbiamo un'idea insolita. Facci avere uno o più dichiarazioni di tuo padre". E nei messaggi successivi si sottolineano "i benefici" che ne deriverebbero per la campagna stessa di Trump e anche per Wikileaks.

Sempre 'The Atlantic' scrive che Donald Trump twittò per denunciare la poca attenzione che "i media disonesti" stavano dando alle "incredibili informazioni date da Wikileaks" sulle mail di John Podesta, allora alla guida della campagna di Hillary Clinton, appena 15 minuti dopo che il sito di Julian Assange fece una richiesta in questo senso a suo figlio.

"Suggerisco fortemente che tuo padre twitti questo link se vuole menzionarci", si legge nel messaggio inviato il 12 ottobre dello scorso anno nella mail inviata al figlio di Trump in cui si chiede in pratica al presidente di rilanciare e promuovere "notizie importanti che la stampa non sta seguendo e siamo sicuri che alcuni dei vostri sostenitori faranno", riferendosi alle mail del democratico.

Non risulta che Trump jr abbia risposto a questo messaggio con una mail, ma 15 minuti dopo è invece arrivato, puntuale, il tweet di Trump: "Molta poca attenzione dai media disonesti alle incredibili informazioni fornite da Wikileaks".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI