Polonia, il presidente firma legge su Olocausto

Il presidente polacco Andrzej Duda ha firmato la controversa legge sull'Olocausto nella tarda serata di ieri. Lo ha confermato il suo portavoce.

Duda aveva anticipato ieri in giornata la sua decisione, spiegando che, dopo la firma, intendeva sottoporre il provvedimento alla Corte Costituzionale per assicurarsi che non violi la libertà di espressione.

Approvata in parlamento alla vigilia della giornata della memoria dell'Olocausto, la legge ha già provocato tensioni con Israele e un ammonimento da parte americana.

Il provvedimento punisce con pene fino a tre anni di carcere chi addebita i crimini dei nazisti al popolo polacco, una formulazione che rischia di criminalizzare il dibattito storico sui casi complicità di cittadini polacchi nell'uccisione di ebrei.