Home . Fatti . Esteri . Morte e terrore in volo

Morte e terrore in volo

ESTERI
Morte e terrore in volo

(Afp)

Una donna morta e un'altra che ha rischiato di essere risucchiata fuori dall'aereo. Sono stati attimi di puro terrore quelli vissuti dai passeggeri a bordo di un volo della Southwest Airlines partito da New York, diretto a Dallas e costretto a un atterraggio d'emergenza a Filadelfia. Decollato dall'aeroporto LaGuardia con a bordo 143 passeggeri e 5 membri dell'equipaggio, il velivolo, un Boeing 737-700, è stato costretto all'atterraggio d'emergenza in seguito all'esplosione del motore di sinistra.

A bordo il panico è dilagato in pochi istanti. Diversi passeggeri hanno documentato l'accaduto con foto e video, dall'aereo, mostrando sia il motore andato a fuoco sia il finestrino infranto. Come Marty Martinez, il giovane che ha cercato di trasmettere in diretta i concitati momenti prima dell'atterraggio: "Qualcosa non va con il nostro aereo, sembra che stiamo andando giù. Atterraggio d'emergenza... volo Southwest da New York a Dallas". Interpellato dalla Cbs, Martinez ha spiegato che "pensava di registrare gli ultimi momenti" e che a bordo "c'era sangue ovunque".

Secondo la Cbs, l'esplosione avrebbe danneggiato il finestrino in corrispondenza della 17esima fila. I frammenti hanno colpito e distrutto un finestrino e una donna ha rischiato di essere risucchiata. "Una passeggera, una donna, è stata quasi risucchiata fuori dall'aereo... e riportata dentro dagli altri" ha raccontato il padre di una delle persone a bordo. Mentre un'altra donna, Jennifer Riordan, madre di due figli e vice presidente di una filiale della Wells Fargo di Albuquerque, in New Mexico, non ce l'ha fatta. La donna era stata riportata all'interno dell'aereo dagli altri passeggeri e poi ricoverata d'urgenza in ospedale dopo l'atterraggio a Filadelfia. Secondo quanto riferito dal capo dei vigili del fuoco di Filadelfia, altri sette passeggeri sono stati curati per ferite lievi.

A causare l'incidente potrebbe essere stato un componente usurato. Robert Sumwalt, presidente della National Transportation Safety Board (NTSB), ha fatto riferimento esplicito all'ipotesi che il guasto sia stato provocato da un elemento usurato nel motore. In una nota, la compagnia ha fatto sapere che le ispezioni normalmente previste per motori analoghi saranno "accelerate" nei prossimi 30 giorni.

E' la prima volta, dal 2009, che un passeggero muore su un volo commerciale Usa. Il Boeing 737-700 viaggiava a circa 30 mila piedi di altitudine. Secondo l'Ntsb, l'ente nazionale per la sicurezza dei trasporti, per la Southwest si tratta del secondo incidente con una vittima, dopo il fuoripista avvenuto a Chicago nel 2006 nel quale perse la vita un ragazzo che viaggiava in auto.

Il presidente della National Transportation Safety Board, Robert Sumwalt, ha riferito che l'inchiesta sulle cause dell'incidente potrebbe richiedere dai 12 ai 15 mesi, mentre la Soutwest Airlines, riportano i media Usa, ha avviato una revisione dei propri aerei, che dovrebbe essere completata in un mese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.