Ancora sangue a Londra, ucciso 17enne

Ancora sangue a Londra. Un 17enne è stato ucciso con un colpo di pistola nella zona Southwark. La Metropolitan Police, come si legge in una nota diffusa stamane, non ha ancora formalmente identificato la vittima. Gli inquirenti, prosegue il comunicato, auspicano la collaborazione di eventuali testimoni di "chiunque fosse nei pressi di Aberfeldy House al momento della sparatoria".

E la scia di sangue è continuata anche nel pomeriggio di oggi: a quanto riferisce la polizia, due adolescenti di 12 e 15 anni sono stati feriti a colpi d'arma da fuoco a due minuti di distanza l'uno dall'altro a Harrow, sobborgo della zona nord-ovest della città. Entrambi i ragazzi sono stati portati in ospedale, ma non si hanno ancora dettagli sulle loro condizioni. La polizia ha anche spiegato che al momento non sono stati effettuati arresti e che nessuna arma è stata recuperata.

In un comunicato la polizia ha successivamente spiegato di stare indagando "su due sparatorie non mortali avvenute in un breve lasso di tempo a Harrow, a nord-ovest di Londra, domenica 6 maggio". In particolare, ricostruisce la nota, gli agenti sono stati chiamati per la prima volta intorno alle 13.17, per il ferimento di una persona in High Street, a Wealdstone. Arrivati sul posto, si sono trovati davanti il 15enne, ferito da un colpo di arma da fuoco, poi trasportato in un ospedale del centro di Londra.

Due minuti più tardi, "intorno alle 13:19, il servizio di ambulanza di Londra ha avvisato la polizia di un secondo ragazzo con ferite da arma da fuoco in una zona vicina a High Street". Si trattava del 12enne, che, soccorso sul posto, è stato poi trasportato in un ospedale della zona ovest di Londra, dove attualmente si trova.

A Liverpool, invece, nelle stesse ore in cui il 17enne veniva ucciso, un 20enne è stato accoltellato a morte: inutile la corsa in ospedale, il giovane è deceduto.