Israele: "Distrutto tunnel del terrore nella Striscia"

Israele colpisce nel nord della Striscia di Gaza. Lo riferisce l'edizione online del quotidiano Haaretz, secondo cui le forze aeree israeliane hanno preso di mira un generatore e hanno lanciato 7 missili in un'area rurale ad est della città di Beit Hanoun. Non sono segnalate vittime.

Nell'azione, secondo le forze armate, è stato distrutto un tunnel individuato a pochi metri dal territorio israeliano. Se completata, la galleria avrebbe consentito di accedere all'area della comunità israeliana di Kibbutz Erez.

"L'esercito israeliano ha distrutto un altro tunnel del terrore, il nono negli ultimi mesi" scrivono su Twitter le forze armate israeliane. "Con tecnologia avanzata, le forze armate israeliane sono state in grado di localizzare, tracciare e distruggere il tunnel", lungo circa 600 metri. "Il tunnel del terrore costituiva una seria minaccia per gli israeliani e si avvicinava al valico di Erez. Il tunnel non era entrato in territorio israeliano ed è stato distrutto all'interno della Striscia di Gaza", si legge in un altro messaggio.

Il valico di Erez è stato chiuso e le forze armate israeliane hanno reso noto che rimarrà chiuso fino a quando non verranno riparati i danni provocati dalle proteste di venerdì.

"E' corretto dire che Hamas sta uccidendo Gaza con le sue attività terroristiche contro le strutture umanitarie" e "con i tunnel del terrore verso Israele", ha detto Jonathan Conricus, portavoce delle forze armate israeliane. "Non siamo interessati a un'escalation, continuiamo a difenderci, ma siamo ovviamente determinati a contrastare ogni minaccia terroristica" ha aggiunto.