Home . Fatti . Esteri . L'ex isola della morte dove Kim incontrerà Trump

L'ex isola della morte dove Kim incontrerà Trump

ESTERI
L'ex isola della morte dove Kim incontrerà Trump

(Afp)

Ora è un paradiso per turisti molto ricchi. Un'isoletta di 500 ettari, poco distante da Singapore, che ospita edifici a 5 stelle, porti privati ​​e lussuosi campi da golf. Ma Sentosa, l'isola che domani ospiterà lo storico summit tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e il presidente statunitense Donald Trump, ha un passato oscuro, fatto di guerra, pirateria e parecchio spargimento di sangue.

COVO DI PIRATI - Prima che l'impero britannico colonizzasse Singapore nel XIX secolo, Sentosa, che in malese significa 'pace e tranquillità' era conosciuta come Pulau Blakang Mati, "l'isola della morte alle spalle", un riferimento, scrive la Bbc, alla sua reputazione di covo di pirati.

L'ISOLA DEI MASSACRI - Nel 1942, durante la seconda guerra mondiale, i giapponesi conquistarono Sentosa rinominandola Syonan, che significa 'luce del Sud'. Negli anni successivi, migliaia di persone furono uccise dalle forze di occupazione. Le spiagge di Sentosa, nei pressi dell'hotel Capella, dove si incontreranno Trump e Kim, vennero trasformate in un campo di prigionia per soldati australiani e britannici. Centinaia di civili cinesi tra i 18 e i 50 anni, in particolare, vennero portati in spiaggia per essere fucilati e gettati in mare.

RESORT EXTRALUSSO - Negli anni '70, il governo di Singapore decise di rivoluzionare il destino dell'isola, ribattezzandola 'Sentosa', (che significa 'pace e tranquillità') e iniziando a svilupparla come attrazione turistica. Oggi, con i suoi cinque chilometri quadrati, l'isola è una meta turistica, vera oasi del divertimento grazie anche agli Universal Studios e al Resorts World Casino, che ogni anno attirano migliaia di turisti da tutto il mondo.

Quanto al resort Capella, il lussuoso super hotel nel quale si confronteranno Trump e Kim, è un cinque stelle con 112 stanze che fa parte del Pontiac Land Group, controllata dalla ricchissima famiglia Kwee. A pochi minuti dal cuore finanziario di Singapore, come si legge sul sito ufficiale, il resort dispone di spazi per 2.000 metri quadrati da destinare a meeting di ogni tipo, compreso quello -evidentemente- che riunirà allo stesso tavolo il presidente degli Stati Uniti e il leader nordcoreano, per la prima volta impegnati faccia a faccia per discutere la denuclearizzazione della penisola.

PERCHE' SENTOSA - Non è difficile da intuire perché Kim e Trump abbiano scelto l'isola di Sentosa per lo storico vertice. La posizione dell'isola, appena fuori dalla terraferma, lo rende un luogo estremamente sicuro. L'accesso all'isola può essere facilmente controllato e bloccato: solo un ponte e una funivia collegano Sentosa a Singapore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.