Russia, Ue estende sanzioni per sei mesi

I leader dell'Ue hanno concordato nel Consiglio Europeo stanotte di "estendere le sanzioni contro la Russia per sei mesi". Ne ha dato notizia il Consiglio. Le sanzioni sono state decise nel 2014 dopo che Mosca ha violato la sovranità ucraina annettendo illegalmente la Crimea e Sebastopoli, inviando armi e combattenti nell'Ucraina Orientale.

La Russia non ha nascosto il suo rincrescimento. "Possiamo solo deplorare" questa decisione, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Grigory Karasin, citato dall'agenzia Tass.

Prima della decisione a Bruxelles del rinnovo delle sanzioni, il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva auspicato che la misura non fosse estesa. Le sanzioni europee alla Russia "danneggiano l'economia italiana" è il loro ritiro "c'è nel contratto di governo" ed è "un'idea della Lega da sempre", aveva detto. Inoltre "non servono e da qualcuno non sono rispettate. Vedremo di far valere i nostri no anche su questo, riusciamo a dirne solo due o tre alla volta", aveva concluso.