Killer Toronto aveva gravi disturbi mentali

La polizia di Toronto ha identificato l'uomo che nella notte tra domenica e lunedì a Toronto, nel quartiere di Greektown, ha ucciso una bambina di 10 anni e una ragazza di 18 anni. Secondo quanto ha reso noto l'Ontario's Special Investigations Unit, l'uomo, 29enne di Toronto, aveva gravi disturbi mentali. Nella sparatoria, avvenuta in una via piena di ristoranti e bar, sono rimaste ferite 13 persone.

La polizia attende i risultati dell'autopsia per chiarire se il 29enne si sia tolto la vita o sia rimasto ucciso nel conflitto a fuoco con gli agenti intervenuti. La sua famiglia ha rilasciato una dichiarazione ai media in cui si dice "devastata dalla incomprensibile notizia che nostro figlio sia stato responsabile di questa violenza senza senso che ha provocato la perdita di vite umane".

Nella dichiarazione si afferma che il giovane combatteva da anni con depressione e psicosi e che si era sottoposto a cure farmacologiche e terapie. "Abbiamo fatto del nostro meglio per dargli aiuto nella sua vita di sofferenze, non avremmo mai immaginato che potesse arrivare a una fine così devastante e distruttiva" concludono i genitori.