"Ha stuprato e ucciso 83enne", arrestato 14enne

Avrebbe stuprato e poi ferito a morte l'anziana vicina di casa 83enne. Per questo, a soli 14 anni, è stato arrestato senza possibilità di cauzione dalla polizia di Baltimora, in Usa. T. H. è finito in carcere venerdì scorso per l'aggressione a Dorothy Mae Neal, vittima il 29 agosto di stupro e percosse nel suo appartamento e morta il giorno seguente in ospedale per le conseguenze delle ferite riportate. Per l'episodio, spiega il New York Post che ha raccontato la vicenda, T. sarà giudicato come un adulto.

Secondo la ricostruzione del NYP, il 14enne stava facendo dei lavoretti per la signora Neal quando l'avrebbe attaccata. Le prove nell'appartamento della donna - spiegano gli investigatori - lo collegherebbero al crimine. "Quasi 70 anni separano la nostra vittima e il sospetto. È una cosa triste sotto ogni punto di vista", ha detto ai giornalisti il ​​portavoce della polizia TJ Smith, che ha quindi spiegato come ci siano "alcuni errori sistematici nella vita del quattordicenne che ci portano ad essere qui a parlare di lui. In ogni caso, è solo una situazione molto tragica".

Secondo Smith, T.H. avrebbe "picchiato a morte" la signora Neil, aggiungendo come l'aggressione sessuale sia stata scoperta in un secondo tempo, al termine dell'autopsia sul corpo della donna. Oltre a diverse fratture al viso infatti, secondo i documenti del tribunale resi pubblici lunedì scorso l'anziana avrebbe riportato inoltre delle lacerazioni sull'ano e sulla vagina. Presenti in alcuni punti della casa, le impronte digitali del 14enne sarebbero state trovate anche - spiega la Fox - sull'involucro di un preservativo trovato nell'appartamento.