Home . Fatti . . . Studenti e società civile uniti per la Giornata contro le mafie
Fonte: comune bolzano

Studenti e società civile uniti per la Giornata contro le mafie

Al Cristallo Gian Carlo Caselli, due spettacoli e una camminata Il prossimo 24 marzo sarà interamente dedicato alla lotta contro la mafia in Alto Adige: l'Associazione Cristallo, il coordinamento provinciale di Libera. Associazioni nomi e numeri contro le mafie, l'Associazione Nazionale Magistrati - Sezione Trentino Alto Adige, il Consiglio di Quartiere Europa Novacella del Comune di Bolzano e l'Associazione FourYou hanno infatti organizzato una giornata ricca di iniziative per dire no a tutte le mafie, in un territorio che si percepisce ancora immune. Ospite d'eccezione della Giornata Gian Carlo Caselli che incontrerà gli studenti delle scuole superiori e chiuderà la camminata della legalità dietro piazza Tribunale, dove, nello slargo Falcone e Borsellino, il Comune di Bolzano inaugurerà una targa dedicata ai due magistrati palermitani. In serata, al Teatro Cristallo, è previsto il concerto "Terre di Musica" del "Parto delle nuvole pesanti". Nell'ambito delle iniziative italiane legate alla lotta alla mafia anche Bolzano è presente con un suo percorso socio-culturale sul tema della legalità e dell'impegno civile. Una giornata intera, il 24 marzo, sarà interamente dedicata a questi temi e coinvolgerà studenti e la società in generale. Ideatori delle iniziative di questa giornata sono l'Associazione Cristallo di Bolzano, l'Associazione Nazionale Magistrati - Sezione Trentino Alto Adige, il coordinamento provinciale di Libera. Associazioni nomi e numeri contro le mafie, il Consiglio di Quartiere Europa Novacella e l'Associazione FourYou. Questo il ricco programma: alle ore 9.00 al Teatro Cristallo di Bolzano gli studenti delle scuole superiori incontreranno il magistrato Gian Carlo Caselli, già Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palermo. Caselli racconterà ai ragazzi la sua storia e il suo lavoro in prima linea nella lotta contro la mafia. La mattinata proseguirà poi con uno spettacolo gratuito - in un matinée riservato alle scuole - dal significativo titolo: "U parrinu. La mia storia con Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia" di e con Christian Di Domenico. L'attore protagonista è infatti personalmente legato alla figura del prete scomodo, don Puglisi, grazie a sua madre, siciliana di nascita, che ebbe don Pino come guida spirituale, confessore, insegnante di religione e, soprattutto, come amico. "Quelli che pensano troppo prima di muovere un passo, trascorrono la vita su un piede solo": questa è una delle celebri frasi del sacerdote coraggio che è rimasta impressa nella mente dell'attore e che gli è servita da monito per dedicarsi, anima e cuore, a questo progetto di promozione della legalità in Italia attraverso il teatro. Alle ore 11.30 la società civile (associazioni, privati, negozianti ecc) verranno invitati a camminare insieme in ricordo delle vittime della mafia. Il ritrovo del corteo, al quale è invitata tutta la cittadinanza, sarà presso l'infopoint dell'Associazione Fouryou, in via Torino. Durante la marcia silenziosa, a livello simbolico e secondo il consueto stile di Libera, verranno letti gli oltre 900 nomi delle vittime delle mafie. Il corteo passerà quindi da via Torino a via Rodi e raggiungerà il Teatro Cristallo dove si uniranno gli studenti per proseguire poi verso il Tribunale passando per via Rovigo, attraversando viale Druso, via Gaismair, via Roen e viale Duca D'Aosta. Alle 12.30 circa il corteo raggiungerà slargo Falcone e Borsellino dove l'Amministrazione comunale inaugurerà ufficialmente la targa commemorativa dedicata ai due magistrati palermitani alla presenza del Sindaco e delle massime autorità cittadine. Ospite d'eccezione della camminata lungo le vie di Bolzano sarà Gian Carlo Caselli. La giornata si concluderà con un'iniziativa aperta al pubblico, in fascia serale: presso il Teatro Cristallo alle 21 si terrà il concerto "Terre di Musica" del "Parto delle Nuvole Pesanti". Il gruppo presenterà a Bolzano il suo progetto che mette insieme musica e impegno civile attraverso un viaggio realizzato tra i beni confiscati alle mafie nei luoghi più difficili, da Corleone in Sicilia, a Casal di Principe e Castel Volturno in Campania, Gioia Tauro e Isola di Capo Rizzuto in Calabria, e ancora a Roma, Bologna, Torino e Milano. Attraverso la musica il "Parto delle nuvole pesanti" fa comprendere che i beni confiscati non rappresentano solo un valore simbolico, ma anche un modello di sviluppo economico alternativo; il gruppo nel concerto infatti racconta le storie delle tante persone che lì lavorano e si spendono insieme, combattendo per un futuro migliore. I biglietti singoli per assistere allo spettacolo "Terre di musica" costano 10 euro, 7 euro con Cristallo Card. I biglietti sono acquistabili anche online - con carta di credito - all'indirizzo www.teatrocristallo.it/biglietti. Per chi volesse, si possono riservare via mail scrivendo a prenotazioni@teatrocristallo.it Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Teatro Cristallo www.teatrocristallo.it (mp)

Comunicato stampa

TAG:
Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI