Home . Fatti . . . Presentato CPortal, la nuova modalità di gestione delle pratiche edilizie
Fonte: comune lodi

Presentato CPortal, la nuova modalità di gestione delle pratiche edilizie

Si è tenuto oggi, presso l'aula consiliare di Palazzo Broletto, l'incontro pubblico promosso da Comune di Lodi e Starch Srl per la presentazione del nuovo portale online per le pratiche edilizie, uno strumento che consentirà di gestire atti e documentazione in modalità integralmente digitale, con maggior velocità e semplicità a beneficio sia dei professionisti del settore che dei cittadini. CPortal (questo il nome dell'applicazione) risponde alla necessità degli enti pubblici di soddisfare pienamente i requisiti di semplificazione e trasparenza amministrativa indicati dalla normativa, in particolare dalla recente Legge 104/2014. Secondo le disposizioni, i Comuni sono infatti tenuti ad elaborare un piano per la compilazione online di tutte le istanze da parte di cittadini, aziende e associazioni. Le linee guida devono permettere il completamento della procedura, il tracciamento dell'istanza con individuazione del responsabile del procedimento e, ove applicabile, l'indicazione dei termini entro i quali il richiedente ha diritto a ottenere una risposta. CPortal realizza già questi obiettivi per quanto riguarda le pratiche edilizie, costituendo anche una piattaforma base di riferimento per estendere successivamente questa modalità a qualsiasi istanza che i cittadini possono inoltrare all'amministrazione comunale. "Con l'attivazione del sistema digitale di gestione dello Sportello Unico per l'Edilizia - afferma il sindaco di Lodi, Simone Uggetti - ci poniamo l'obiettivo di agevolare professionisti e tecnici ed offrire un servizio migliore ai cittadini. Oltre a rappresentare un passo concreto verso la semplificazione e la trasparenza delle relazioni tra il Comune e gli utenti dei suoi servizi, la digitalizzazione di questo e, in prospettiva, di ulteriori processi amministrativi, consentirà di ridurre progressivamente il ricorso al materiale cartaceo, quindi anche dei relativi oneri di gestione della documentazione (per esempio per l'archiviazione)". CPortal è stato progettato e realizzato per il Comune di Lodi da Starch, società specializzata in software e soluzioni per l'automazione degli uffici tecnici della pubblica amministrazione, che ad oggi può contare sull'esperienza di collaborazione con circa un centinaio di Comuni, per oltre 25.000 pratiche edilizie presentate in modalità digitale da parte di circa 6.000 professionisti. Per ogni pratica che viene presentata e pubblicata online, CPortal fornisce informazioni relative alla prassi amministrativa, alla normativa di riferimento, ai costi, agli interventi edilizi ammessi ed alla relativa posizione sulla cartografia comunale. "Poter offrire anche al Comune di Lodi la nostra esperienza trentennale nell'applicazione di soluzioni informatiche per la pubblica amministrazione è per noi un importante risultato e motivo di soddisfazione - sottolinea Ruggero Beretta, amministratore di Starch - CPortal, Grazie alla versatilità ed all'ampia possibilità di personalizzazione, CPortal è adatto sia a realtà complesse come quella di una città capoluogo di Provincia come Lodi sia alle piccole amministrazioni del territorio. Dall'adozione di queste innovative soluzione gestionali possono derivare concreti vantaggi per le amministrazioni interessate, in termini di sburocratizzazione dei procedimenti e di abbattimento dei costi; siamo perciò convinti che la proposta a cui già il Comune di Lodi ha aderito possa suscitare l'interesse anche di altri enti locali del Lodigiano". Starch Srl nasce nel 1985 con la finalità di realizzare software, servizi e sistemi per l'automazione degli uffici tecnici della pubblica amministrazione. In particolare, Starch è leader nella produzione di software per la gestione di pratiche edilizie e certificati di destinazione urbanistica e di agibilità. Ad oggi oltre 500 Comuni distribuiti in tutta Italia utilizzano le soluzioni tecnologiche messe a punto da Starch. (14-05-2015)

Comunicato stampa

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.