Home . Fatti . Politica . Giustizia: Anm, contro inefficienza sistema investire in personale e mezzi

Giustizia: Anm, contro inefficienza sistema investire in personale e mezzi

'Negli anni leggi ad personam hanno aggravato condizioni'

POLITICA

"Da lungo tempo ormai il sistema giudiziario italiano versa in una grave crisi di efficienza e di funzionalità, che si traduce in crisi di credibilità della giustizia, con una ricaduta sul principio di legalità e di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge". E' quanto si legge nella lunga nota con la quale l'Associazione nazionale magistrati esprime dubbi e critiche sulla riforma della Giustizia messa in campo dal governo. "I rimedi a tale situazione - si legge - vanno ricercati anzitutto in forti investimenti in risorse di personale amministrativo e di mezzi ma anche in riforme coraggiose della normativa civile e penale".

"Negli anni passati - prosegue l'Anm - l'assenza di interventi efficaci, ad esempio, nel processo civile e in ambito penitenziario e diverse riforme peggiorative con le leggi ad personam nel settore penale (la riforma della prescrizione nel dicembre 2005 e la sostanziale depenalizzazione del falso in bilancio, per citarne due soltanto a titolo esemplificativo) hanno aggravato le condizioni del sistema".

"Solo l'impegno straordinario dei magistrati e del personale di cancelleria - si legge - ha potuto contenere i danni peggiori e perfino ridurre in molti casi l'arretrato, grazie a una produttività eccezionale. In base ai dati statistici elaborati dal Cepej - Consiglio d'Europa, la magistratura italiana nell'anno 2010 ha definito 2 milioni 834mila procedimenti civili contenziosi (la Francia ne ha definiti 1 milione 793mila, la Germania 1 milione 586mila) e 1 milione 288mila cause penali (la Francia ne ha definite 600mila, la Germania 804mila): con questi numeri - che smentiscono falsità e luoghi comuni, che mirano a ribaltare sui magistrati responsabilità altrui - la magistratura italiana si pone al primo posto per produttività in Europa nella materia penale e al secondo posto in quella civile, seconda in questo caso solo alla Russia, che peraltro conta ben altro numero di magistrati".

TAG: anm
Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI