Home . Fatti . Politica . Pd, Procura: ''Su 'spese pazze' avanti con serietà e in silenzio''. Slitta la direzione dem

Pd, Procura: ''Su 'spese pazze' avanti con serietà e in silenzio''. Slitta la direzione dem

POLITICA
Pd, Procura: ''Su 'spese pazze' avanti con serietà e in silenzio''. Slitta la direzione dem

''La Procura ha lavorato anche in agosto e continueremo a lavorare con serietà e in silenzio''. All'indomani della bufera che ha colpito il Pd emiliano, con l'iscrizione nel registro degli indagati dei candidati favoriti alle primarie emiliane Matteo Richetti e Stefano Bonaccini, il procuratore aggiunto e portavoce della Procura di Bologna Valter Giovannini fa il punto con i cronisti sull'inchiesta 'spese pazze' dei gruppi consiliari della Regione Emilia Romagna.

Nella notte, via twitter, si fa sentire Bonaccini ancora in corsa per le primarie del 28 settembre, al contrario di Richetti che ha ritirato la candidatura. "Già in altra occasione fu riconosciuta mia correttezza. Ho fiducia nei giudici e nella mia onestà", scrive il segretario regionale del Pd emiliano, riferendosi alla passata inchiesta sul caso dell'affido in gestione di un chiosco in un parco pubblico a Modena, per il quale fu prosciolto da ogni accusa. "Grazie per tanta vicinanza, fa bene" aggiunge Bonaccini.

Slitta, intanto, a martedì prossimo la direzione del Pd, convocata per domani. Del resto, si spiega, giovedì i parlamentari potrebbero essere impegnati in una nuova riunione congiunta di Camera e Senato per l'elezione dei membri di Csm e Consulta se non si riuscisse a chiudere oggi la partita. All'odg della Direzione la nuova segreteria del Pd ma, dopo gli ultimi sviluppi, anche quanto sta accadendo in Emilia.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI