Home . Fatti . Politica . Allusioni di 'Chi' su Madia, solidarietà bipartisan al ministro. L'Ordine dei giornalisti avvia procedimento contro Signorini

Allusioni di 'Chi' su Madia, solidarietà bipartisan al ministro. L'Ordine dei giornalisti avvia procedimento contro Signorini

POLITICA
Allusioni di 'Chi' su Madia, solidarietà bipartisan al ministro. L'Ordine dei giornalisti avvia procedimento contro Signorini

(Foto dal settimanale Chi)

Il popolo dei social non ci sta: tra chi si dice disgustato e chi ammette di "non aver mai pensato di poter solidarizzare col ministro", in tanti corrono in soccorso del ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, fotografata dal settimanale 'Chi' mentre, in auto con suo marito, mangia un cono gelato, prendendosi "una pausa di piacere". Il servizio a due pagine, dal titolo allusivo "Ci sa fare col gelato", scatena le ire della rete che risponde all'unisono, parlando di "squallore" e giornalismo "imbarazzante".

Le critiche al settimanale e al suo direttore, Alfonso Signorini, arrivano anche da chi ammette di non essere mai stato troppo tenero con Madia, ma ritiene "inutilmente offensivo" l'articolo e ricorda il "pessimo gusto" del settimanale, rimarcandone la connotazione sessista.

"Solidarietà a @mariannamadia In tante lo denunciamo da tempo. Molta strada c'è ancora da fare per il rispetto di genere" scrive su Twitter la presidente della Camera, Laura Boldrini.

"Si faccia una sonora risata all’indirizzo di chi, guardando quelle immagini, trova che ci sia qualcosa da fotografare…” , suggerisce a Madia il sottosegretario al ministero del Lavoro e alle Politiche Sociali, Teresa Bellanova. La solidarietà, espressa su Twitter anche dalla senatrice Pd, Laura Puppato, che definisce "perverso e squallido" il servizio di 'Chi', arriva al ministro attraverso hashtag come #chivergognati o #sequestisonogiornalisti.

"Purtroppo siamo in un Paese in cui non c'è più rispetto per il privato e tutto può essere usato per screditare le persone. Oggi è toccato al ministro Madia, alla quale va la mia solidarietà, essere oggetto di queste violazioni che vanno a ledere la figura femminile, ma, in passato, è toccato anche a me" ricorda Nunzia De Girolamo, capogruppo del Nuovo centrodestra alla Camera. Secondo De Girolamo, è il momento di "uscire dall'ipocrisia e fare in modo che non sia più consentito questo tipo di violazioni; come governo e Parlamento abbiamo tutti gli strumenti per farlo".

Solidarietà al ministro anche dalla presidente della commissione Antimafia, Rosy Bindi, "per il volgare trattamento che le ha riservato il settimanale 'Chi'. Un esempio di gossip trash e gratuito, che offende non solo un ministro della Repubblica ma tutte le donne”.

"Spero che tutto il mondo del giornalismo italiano impari a rispettare le donne", si legge nel tweet di solidarietà del segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan.

Il Consiglio di disciplina dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di Signorini. La conferma della decisione viene dal presidente dell'Odg lombardo, Gabriele Dossena, che, contattato telefonicamente dall'Adnkronos, chiarisce: "Era necessario mandare un segnale forte, chiaro e soprattutto immediato". Il caso verrà discusso in occasione della prossima riunione del Consiglio dell'Ordine. "Palese violazione delle norme deontologiche sulla privacy e fatti non conformi al decoro e alla dignità professionale" il 'capo d'accusa'.

Ma Signorini si difende dalle critiche e chiama in causa il video in cui Francesca Pascale, ai tempi valletta di Telecafone, mangiava il ghiacciolo in spiaggia. Una difesa, quella del direttore, che non è stata apprezzata dal popolo dei social: in molti hanno risposto all'hashtag lanciato da Signorini "Calippo sì, gelato no? #duepesiduemisure", accusandolo di "arrampicarsi sugli specchi", e di "non dimostrare lo stesso rispetto che chiede per i diritti degli omosessuali". E su twitter c'è anche chi, per protesta, lancia #iocisofare, chiedendo agli utenti di postare una propria foto mentre si mangia un gelato.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI