Home . Fatti . Politica . Camera: impasse su nuovo segretario generale, possibile 'proroga' Zampetti

Camera: impasse su nuovo segretario generale, possibile 'proroga' Zampetti

POLITICA

Il nuovo appuntamento per designare il segretario generale della Camera che raccolga l'eredità di Ugo Zampetti è fissato per mercoledì, 7 gennaio. Ma l'accordo sembra ancora in alto mare. Il braccio di ferro tra i partiti rischia di lasciare Montecitorio senza 'governo dell'amministrazione' proprio nel momento in cui il Parlamento si appresta ad affrontare passaggi delicati come quello dell'elezione del Capo dello Stato, un momento in cui la macchina 'tecnica' deve invece funzionare alla perfezione.

Così, a quanto apprende l'Adnkronos, si starebbe pensando al 'modello Napolitano': un interim a scadenza limitata proprio per Ugo Zampetti che, in virtù della sua esperienza di lungo corso, potrebbe far superare il nodo dell'elezione del Presidente della Repubblica e dare tempo ai partiti per trovare una mediazione. In pole position per l'interim, se l'ipotesi Zampetti dovesse tramontare, ci sarebbe Guido Letta, attualmente Vicesegretario generale e cugino di Enrico.

Tra i tecnici di Montecitorio si ipotizza che l'Ufficio di presidenza prenderebbe atto del raggiungimento dei limiti di età di Zampetti, pregandolo contemporaneamente di restare per gestire il passaggio del Quirinale. Sempre possibile, naturalmente un accordo dell'ultima ora sui due nomi maggiormente accreditati alla successione 'piena': Fabrizio Castaldi e Giacomo Lasorella che raccolgono entrambi stima e apprezzamento. In leggero vantaggio, tuttavia, secondo indiscrezioni, Castaldi.

Su un punto, comunque, c'è unanimità: d'ora in poi il Segretario generale non potrà restare in carica più di sette anni. Un limite tolto durante la presidenza di Pier Ferdinando Casini.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI