Home . Fatti . Politica . Regionali in Campania, Vozza: "Che vinca De Luca o Caldoro per Renzi è uguale"

Regionali in Campania, Vozza: "Che vinca De Luca o Caldoro per Renzi è uguale"

POLITICA
Regionali in Campania, Vozza: Che vinca De Luca o Caldoro per Renzi è uguale

"Le dichiarazioni di Renzi sui candidati impresentabili le ritengo assolutamente singolari. Anche Renzi dice 'non voterei alcuni candidati di alcune liste che sostengono De Luca', ma oltre ad essere presidente del Consiglio lui è anche segretario del Pd, che in quanto tale ha una grande leva in mano: quando il Pd presenta le liste è il segretario nazionale che con delega autorizza a livello regionale la presentazione delle stesse, quindi invece di meravigliarsi avrebbe dovuto agire nelle settimane scorse visto che quei nomi stavano sui giornali e aveva il potere di non dare il simbolo del Pd alla coalizione che presenta personaggi impresentabili". Lo dice all'AdnKronos Salvatore Vozza, candidato alla presidenza della Regione Campania per la lista 'Sinistra al Lavoro per la Campania'.

Quanto alle dichiarazioni di Renzi su Caldoro, "le trovo singolari, ma questo è congeniale al partito della nazione, perché se a vincere sia Caldoro o De Luca per Renzi andrebbe sempre bene, ma dimentica che gli impresentabili stanno anche nelle liste di Caldoro: questa dimenticanza mi sembra grave".

E in merito alla legge Severino aggiunge: "Sarebbe davvero inquietante cambiare leggi ad personam, una cosa che attribuivamo a Berlusconi - sottolinea - Altra cosa è dire che, dopo un anno di rodaggio, bisogna vedere le cose che non vanno della legge Severino ma significa avviare processo di revisione che richiede mesi, la calma necessaria e il coinvolgimento di tutti".

"De Luca dice che Renzi cambierà la legge Severino ma se lui dice che non verrebbe sospeso perché si preoccupa? - aggiunge - Evidentemente le obiezioni sollevate in tanti che stanno portando la Campania a rompersi la testa su uno stallo istituzionale gravissimo, perché se dovesse vincere De Luca la Regione non avrebbe un presidente proclamato, gli fanno dire cose di questo genere. Sono stanco di tutto questo, che non ci fa discutere di lavoro di sanità e dei problemi veri della gente, è diventato un teatrino insopportabile".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.