Home . Fatti . Politica . Regionali in Campania, Vozza: "De Luca e Caldoro se sono liberi annuncino squadra governo"

Regionali in Campania, Vozza: "De Luca e Caldoro se sono liberi annuncino squadra governo"

POLITICA
Regionali in Campania, Vozza: De Luca e Caldoro se sono liberi annuncino squadra governo

Salvatore Vozza, candidato alla presidenza della Regione Campania

"Caldoro e De Luca dicono di essere persone libere, allora se davvero è così facciano un gesto di chiarezza: presentino anche loro, come ho fatto io per la prima volta in Italia, la squadra di governo che intendono portare in Regione". A lanciare la sfida ai candidati in corsa per le elezioni regionali del 31 maggio in Campania è Salvatore Vozza, candidato della lista unica 'Sinistra al Lavoro'. "Basta chiacchiere - prosegue Vozza - De Luca dice che se lui dovesse essere sospeso per effetto della Severino a governare sarà il vicepresidente, ma allo stato non conosciamo né la squadra né il vicepresidente: in Campania si vota al buio".

"Stesso discorso vale per Caldoro: vorrei ricordare che l'atteggiamento del Pd e di De Luca è grave ma l'origine maggiore della presenza di candidati impresentabili sta tutto nel modo in cui il centrodestra in Campania ha costruito il suo sistema di potere - prosegue Vozza - Questi personaggi negli anni hanno trovato ospitalità nel centrodestra, che oggi porta una responsabilità enorme per aver dato visibilità a queste forze e dato via a una pratica politica in cui pur di vincere vengono usati tutti i mezzi. La responsabilità del Pd sta nel fatto che anziché mettere in campo un altro metodo e dare alla politica un vero slancio ha copiato quello che il centrodestra ha fatto".

Quella di 'Sinistra al Lavoro', invece, sottolinea Vozza, "è stata una sfida di chiarezza in una campagna elettorale in cui si è parlato e si parla ancora di impresentabili e di liste condizionate da trasformismi e personaggi di dubbia fama, dal centrodestra al Pd, non al centrosinistra chiariamo, perché la sinistra non c'entra niente: noi presentiamo dei nomi candidabili, delle persone presentabili, e questo anche per affermare che la mia coalizione ed io siamo persone libere, non dobbiamo rispettare pacchetti azionari di tessere e abbiamo già fatto una scelta che consente ai cittadini di sapere prima".

I nomi indicati da Vozza sono stati quello dello scrittore Maurizio De Giovanni per Cultura, Beni Culturali e Turismo, dell’economista Riccardo Realfonzo alla Programmazione e allo Sviluppo Economico, della professoressa Enrica Amaturo alle Politiche Sociali, del dirigente del Cnr Ivo Giarretta con delega a Ricerca, Università e Fondi Europei, dell’ambientalista Anna Donati per la Mobilità sostenibile. Il ricercatore Marco Armiero si occuperebbe di Ambiente e Agricoltura, Anna Farina di Pubblica Istruzione, il giuslavorista Lello Ferrara di Lavoro, Maria Rita Ciliberto di Sanità e Iole Giarretta di Urbanistica.

"E' un atto di autonomia, disponibilità e generosità a metterci la faccia in una battaglia difficile come questa - aggiunge Vozza - e soprattutto dimostra che la sinistra che ha deciso di scendere in campo in maniera autonoma non è isolata, ma riesce a dialogare con tante forze e competenze".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.