Home . Fatti . Politica . Pizza patrimonio dell'Unesco, Pecoraro Scanio: "Candidati Regione sostengano mobilitazione"

Pizza patrimonio dell'Unesco, Pecoraro Scanio: "Candidati Regione sostengano mobilitazione"

POLITICA
Pizza patrimonio dell'Unesco, Pecoraro Scanio: Candidati Regione sostengano mobilitazione

(Infophoto)

Un appello ai candidati in corsa per la presidenza della Regione Campania a impegnarsi per sostenere il riconoscimento dell'arte dei pizzaioli napoletani da parte dell'Unesco. A lanciarlo, in vista del voto del 31 maggio, è Alfonso Pecoraro Scanio. "Siamo riusciti a ottenere l'iscrizione da parte della Commissione italiana Unesco della pizza napoletana nella lista Unesco del patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Questo riconoscimento potrebbe creare molti posti di lavoro - dice Pecoraro Scanio - Spero che chiunque vinca le elezioni sostenga questa iniziativa, che rappresenta un'opportunità per la Regione di diventare un luogo di formazione mondiale dei pizzaioli. In questo senso chiediamo una mobilitazione più attiva della Regione sulla scia di quanto già fatto dal Comune di Napoli".

Nei giorni scorsi è partita a Expo Milano, durante il Pizza day for Unesco promosso dalla Fondazione UniVerde, Rossopomodoro, Apn (Associazione pizzaiuoli napoletani), Coldiretti e Associazione verace pizza napoletana, la world petition per sostenere l'iscrizione dell'arte dei piazzaioli napoletani nella lista del patrimonio mondiale immateriale dell'Unesco. Dopo le prime 300.000 firme raccolte e la candidatura ufficiale da parte dell'Italia, decisa a marzo, si punta infatti a una mobilitazione a livello nazionale e internazionale per ottenere che l'Unesco approvi l'iscrizione.

Continuerà, quindi, con l'obiettivo di raggiungere il milione di firme, la sottoscrizione lanciata dall'ex ministro dell'Agricoltura, Alfonso Pecoraro Scanio, dalla Coldiretti e dall'Associazione pizzaiuoli napoletani e sostenuta dal marchio di pizzerie napoletane Rossopomodoro e da molte personalità della cultura, della politica e dello spettacolo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI