Home . Fatti . Politica . Renzi: "La Ferrari in Borsa? Corre come l’Italia, il Paese c’è ora basta alibi"

Renzi: "La Ferrari in Borsa? Corre come l’Italia, il Paese c’è ora basta alibi"

POLITICA
Renzi: La Ferrari in Borsa? Corre come l’Italia, il Paese c’è ora basta alibi

Matteo Renzi e Sergio Marchionne

“Un bellissimo messaggio per l'intero Paese". Matteo Renzi ha tagliato simbolicamente il nastro per la quotazione a piazza Affari del titolo Ferrari. Il premier è intervenuto alla cerimonia per l’esordio in Borsa del Cavallino rampante ed ha preso spunto dalle ‘performance’ della casa di Maranello per parlare della situazione del Paese: “Se ci mettiamo a correre siamo i più bravi del mondo”, ha detto. Renzi ha spiegato ancora: “l’Italia deve fare molto anche nel 2016, con la consapevolezza che l'Italia c'è e non deve aver paura del mondo".

Il premier ha insistito su uno dei temi che più gli stanno a cuore: “Questo è il momento in cui l'Italia deve smettere di giocare con gli alibi. Anche in queste settimane sento molti dire che la vitalità del nostro Paese deriva da fattori esterni, ma i fattori esterni sono i nomi che noi diamo alla pigrizia. E’ un un alibi spaventoso che si nasconde nel tentativo di mascherare le mancanze del passato".

Secondo Renzi oggi la situazione è diversa rispetto al passato e il Paese ha tutti i numeri per cambiare passo: “Ora l’Italia c'è in modo forte, i problemi dell'agenda politica nel 2015 non ci sono più. Questo non vuol dire che tutto sia risolto. Abbiamo moltissimo da fare ma con la consapevolezza che l'Italia c'è e che non deve aver paura del mondo. Questo è il messaggio della quotazione di Ferrari".

In questo contesto, con l’Italia protagonista che ha ripreso la sua corsa dopo un periodo di ‘stagnazione’, la quotazione in Borsa del Cavallino rampante è “una straordinaria occasione per gli investitori, per chi crede nella bellezza di questo marchio che non è un brand, ma è una storia, una passione che si coniuga con l'ingegneria e l'innovazione".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI