Salvini: "Mussolini fece tante cose buone in vent'anni"

"Mussolini fece tante cose buone in vent'anni prima delle leggi razziali e dell'alleanza con Hitler". Lo dice Matteo Salvini ai microfoni de 'La Zanzara'. Il leader della Lega elogia il Duce, il primo a introdurre la pensione di reversibilità: la "previdenza sociale l'ha portata lui, non l'hanno portata mica i marziani!". Parole al miele sul dittatore fascista, che ricordano quelle pronunciate da Silvio Berlusconi a fine gennaio 2013, quando arrivò a sorpresa alla stazione di Milano per la 'Giornata della memoria' e sentenziò: "Il fatto delle leggi razziali è stata la peggiore colpa di un leader, Mussolini, che per tanti altri versi invece aveva fatto bene".

Il presidente azzurro quasi giustificò la scelta di Mussolini di schierarsi accanto al nazismo: "E' difficile mettersi nei panni di chi decise allora", ma "certamente il governo di allora per timore che la potenza tedesca vincesse, preferì essere alleato alla Germania di Hitler piuttosto che opporvisi". Il Cav fu costretto a correggere il tiro più tardi ma la sostanza del suo ragionamento non cambiò.

Anche Umberto Bossi rievocò la figura di Mussolini, ma per lanciare un attacco proprio a Berlusconi, un tempo suo alleato più fedele, che però, in vista delle amministrative del marzo 2012, aveva invitato gli elettori a non disperdere il consenso votando la Lega. "Berlusconi dice che gli italiani disperdono i voti con noi? Fare un accordo tra le forze maggiori e cancellare le forze minori è un ragionamento che, prima di lui, aveva fatto Mussolini...", fu la replica al veleno del Senatur.