Home . Fatti . Politica . Chiesa gremita per l'ultimo saluto alla giornalista Rita Fantozzi

Chiesa gremita per l'ultimo saluto alla giornalista Rita Fantozzi

POLITICA
Chiesa gremita per l'ultimo saluto alla giornalista Rita Fantozzi

Rita Fantozzi (foto dal profilo Twitter)

Si sono svolti questa mattina, presso la parrocchia Gran Madre di Dio a Roma, i funerali di Rita Fantozzi. A portare l'ultimo saluto alla giornalista scomparsa domenica scorsa a 47 anni, moltissimi colleghi e colleghe dei giornali, le amiche che le sono state vicino fino all'ultimo, delle testate televisive, delle agenzie di stampa e degli uffici stampa. C'erano il presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti, Enzo Iacopino, e Paola Spadari, presidente dell'Ordine dei giornalisti del Lazio.

Folta la rappresentanza del mondo politico, parlamentare e istituzionale. C'erano l'ex presidente della Camera Gianfranco Fini, di cui Rita Fantozzi è stata capo dell'ufficio stampa, prima di approdare all'ufficio stampa del Pdl, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin presso la cui struttura di comunicazione ha prestato la sua opera finché la malattia glielo ha consentito, il portavoce del presidente del Consiglio, Filippo Sensi, Pier Ferdinando Casini, Maurizio Lupi, Maurizio Gasparri, Simone Baldelli, Renato Brunetta, Stefania Prestigiacomo, il ministro Enrico Costa.

Fra gli altri politici presenti: Giorgio Lainati, Nunzia De Girolamo con Francesco Boccia, Fabrizio Cicchitto, Paolo Bonaiuti, Deborah Bergamini, Marco Martinelli, Gianni Alemanno, Andrea Ronchi, Denis Verdini, Luca D'Alessandro, Sestino Giacomoni, Claudio Barbaro, Gregorio Fontana, Alessandro Ruben, Giuseppe Moles, Ignazio Abrignani, Elvira Savino, Melania Rizzoli, Renata Polverini, Paolo Cento. E Gennaro Malgieri, ex direttore de 'Il Secolo d'Italia', del quale Rita Fantozzi è stata a lungo una firma. Firma che tornerà presto sulla copertina del libro in cui ha raccontato la sua esperienza: "Malata di vita".

La Camera dei deputati ha ricordato Rita Fantozzi in modo commosso. Una "grande lavoratrice", molto professionale e preparata, con una "grande voglia di vivere" e tanta allegria. E' stato Luca D'Alessandro a prendere la parola in Aula per parlare di una "professionista seria e capace, una cara amica, una persona solare e buona, sempre gentile e sorridente senza far mancare la sua straordinaria professionalità mista a una eccezionale umanità".

D'Alessandro, che con Rita ha lavorato fianco a fianco alla guida dell'Ufficio stampa del Pdl, ha sottolineato il fatto che "nel suo lavoro ha saputo amalgamare, cosa rara, l'impegno del suo ruolo con un codice non scritto ma morale fatto di rispetto per le esigenze dei colleghi giornalisti, tutti. Senza far mancare l'allegria e la voglia di vivere che nell'ultimo anno l'ha vista combattere come una leonessa contro un male terribile che ha affrontato con dignità e coraggio. Ci mancherà tantissimo - ha concluso D'Alessandro - perché era capace di rendere migliore e pieno di luce un ambiente sempre più arido e distaccato".

Anche Simone Baldelli, presidente di turno, si è associato alle parole del deputato di Ala "avendo avuto l'onore di avere un rapporto di lavoro e di essere stato amico di Rita Fantozzi".

Sentite anche le parole di Giorgio Lainati, che ha ricordato una "amica grandissima. Rita ha dato moltissimo a tutti noi e forse noi non siamo stati in grado, anche per la sua carica umana e di vitalità, di essere all'altezza e di ricambiare lo straordinario affetto e la voglia di vivere che lei ha manifestato fino all'ultimo". Per Lainati, "la sua assenza peserà tantissimo". Un pensiero sentito è arrivato anche da Sergio Pizzolante ("la ricordo con affetto e commozione") e da Rocco Palese: "Una grande professionista, con un grande attaccamento al lavoro. Una professionista seria e una brava persona".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI