Home . Fatti . Politica . Roma, si dimettono assessore Bilancio e capo gabinetto

Roma, si dimettono assessore Bilancio e capo gabinetto

POLITICA
Roma, si dimettono assessore Bilancio e capo gabinetto

Roma. Citta' dell' Altra Economia. I candidati sindaco di Roma partecipano ad un incontro con alcuni blogger per esporre le loro idee, in foto Virginia Raggi (Sara Cervelli, ROMA - 2016-05-03) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Il capo di gabinetto di Roma Capitale Carla Raineri e l'assessore al Bilancio Marcello Minenna hanno rassegnato le dimissioni che, come si apprende da fonti del Campidoglio, sono state accettate. "Stiamo lavorando per individuare delle personalità di rilievo che possono contribuire al rilancio della città. Non ci fermiamo", ha detto la sindaca Virginia Raggi durante una riunione con assessori e consiglieri M5S. "È stata una riunione molto costruttiva, con un ottimo clima", ha risposto invece il vicesindaco Daniele Frongia a chi gli chiedeva della riunione di maggioranza.

Via anche vertici Ama e Atac

Dietro la decisione di Minenna di dimettersi non ci sarebbe solo la revoca dell'incarico della Raineri, ma anche il disaccordo su alcune nomine. Minenna, a quanto apprende l'Adnkronos, avrebbe deciso di lasciare l'assessorato, infatti, anche per i rapporti tesi con l'amministrazione dovuti in particolare alle nomine di Salvatore Romeo e Raffaele Marra, considerati vicinissimi alla sindaca e al suo vice Frongia.

Di Maio blinda Raggi: "Nuove nomine e si va avanti"

"Al momento non voglio rilasciare dichiarazioni - dice Raineri all'Adnkronos - quel che le dico è che diffiderò chiunque avanzi l'ipotesi che le mie dimissioni siano legate all'accettazione dell'articolo 90 ovvero a riduzioni dei miei compensi, perché non è così. Credevo di essere stata chiamata per garantire la legalità. La verità è tutt'altra e spiegherò presto le mie ragioni".

In un post su Facebook la sindaca Raggi, che ha anche postato il parere dell'Anac, aveva scritto: "Trasparenza. È uno dei valori che ci contraddistingue e che perseguiamo. Per questo motivo abbiamo deciso di chiedere un parere all'Anac, l'Autorità Nazionale Anticorruzione, su tutte le nomine fatte finora dalla Giunta. Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza: il 'palazzo' deve essere di vetro, tutti i cittadini devono poter vedere cosa accade dentro. Questo è il M5S".

"Sulla base di due pareri contrastanti, ci siamo rivolti all'Anac che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina della dottoressa Carla Romana Raineri a capo di Gabinetto va rivista in quanto 'la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l'articolo 90 Tuel' e 'l'applicazione, al caso di specie, dell'articolo 110 Tuel è da ritenersi impropria' - sottolinea Raggi - Ne prendiamo atto. Conseguentemente, sarà predisposta l'ordinanza di revoca".

"Apprendo la notizia dai giornali. Siamo in attesa di conoscere le motivazioni. Certo è che se la giudice Raineri e l'assessore Minenna dovessero formalizzare le loro dimissioni, questo rappresenterebbe una gigante perdita per la giunta. Sono due figure la cui professionalità è riconosciuta a livello internazionale e sarebbe un duro colpo", è il commento di Paola Taverna, membro del mini-direttorio chiamato ad affiancare la Raggi.

PROCURA - La Procura di Roma aprirà un fascicolo sulla nomina di Raineri sulla base di un esposto presentato oggi da Fratelli d'Italia in cui si ipotizza l'abuso d'ufficio. L'esposto di Fdi ha ad oggetto anche la congruità dei compensi e, oltre alla nomina della Raineri, fa riferimento anche a quella del capo della segreteria della sindaca Raggi, Salvatore Romeo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


02 / 09 - 09:05 |
Roberto Colombo
segnala un abuso

il sindaco Raggi pubblica su FaceBook un documento che nessuno leggerà: sarebbe più interessante vedere il link con lo streaming dei colloqui che si sono svolti PRIMA di scrivere quel testo.