Home . Fatti . Politica . Referendum, D'Alema: "Se vince il 'no' non chiedo le dimissioni di Renzi"

Referendum, D'Alema: "Se vince il 'no' non chiedo le dimissioni di Renzi"

POLITICA
Referendum, D'Alema: Se vince il 'no' non chiedo le dimissioni di Renzi

Massimo D'Alema (Adnkronos /Cristiano Camera)

"Mi riconosco pienamente nelle parole del Presidente della Repubblica, che la sovranità appartiene al popolo italiano e che ci può essere confronto sereno e senza drammi perché l'esito del referendum non è destinato a creare tragedie. Per il resto dalla signora Merkel mi aspetterei più investimenti in Europa e meno parole su questioni che riguardano il nostro Paese". Lo ha detto Massimo D'Alema a Otto e mezzo, che ha definito "una gaffe che penso si possa archiviare", le parole dell'ambasciatore americano Phillips.

"Renzi - ha continuato l'ex premier - non ha più ripetuto che in caso di vittoria del No si dimetterebbe. E' evidente che se vince il No non si può andare a votare. La vittoria del No è la migliore garanzia di stabilità della legislatura". Renzi dovrebbe dimettersi? "Io non gliel'ho chiesto, ne ha parlato lui. Poi ha pensato che questo invogliasse a votare contro e ha cambiato registro", ha detto l'ex premier e ministro degli Esteri.

"Io non chiedo le dimissioni di Renzi - ha proseguito - non mi occupo di Renzi, ma della Costituzione repubblicana e del funzionamento della democrazia nel nostro Paese, contro una riforma che considero confusa, sbagliata e dannosa". Se Renzi sarà battuto al referendum, ha continuato, "sarà meno arrogante" poi se vorrà andarsene, il Capo dello Stato provvederà a nominare un altro Presidente del Consiglio".

"Il problema dell'Italicum - ha detto D'Alema - è che si sono accorti che i ballottaggi li vincono i Cinque stelle. Mica si sono commossi per la sinistra del Pd...". Dal premier, ha affermato, "non è arrivata nessuna proposta, c'è solo quella di Lupi, che è peggiorativa". Per l'ex premier "solo il Parlamento può modificare la legge elettorale e l'unico modo per farlo è che al referendum vinca il No".

"Non faccio parte di gruppi, di componenti. Faccio il mio lavoro di elaborazione di idee nella sinistra europea. Non voglio nulla. E anche questa paccottiglia... 'vogliono tornare i vecchi'... Io voglio tornare a Bruxelles a fare il mio lavoro. Poi ci sono tanti giovani nel Pd, probabilmente più seri dell'attuale presidente del Consiglio. Non sono io il futuro del Pd...".

Se vince il No è la fine politica di Renzi? Per Massimo D'Alema il premier "è intelligente, capace di riciclarsi. Non credo che politicamente finirà. Se vince il No certamente avremo un presidente del Consiglio meno arrogante. Sarebbe meglio per lui, darebbe forse il meglio di sé".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI