Home . Fatti . Politica . Referendum, Renzi: "Fantapolitica elezioni anticipate se vince il Sì"

Referendum, Renzi: "Fantapolitica elezioni anticipate se vince il Sì"

POLITICA
Referendum, Renzi: Fantapolitica elezioni anticipate se vince il Sì

(Fotogramma)

"Speriamo di farcela al 90esimo, ma è stata una bella partita". Così Matteo Renzi, ai microfoni di Rtl 102.5, sulla sfida referendaria ormai giunta alle battute finali. "E' stata una bellissima campagna elettorale - dice Renzi - ci sono stati scivoloni, attacchi, ma un sacco di gente si sta informando, avvicinandosi alla Costituzione", ed è "bello quando la gente si avvicina alla politica".

Per il premier "se perdiamo questo treno perdiamo un'occasione e sarebbe un vero peccato per l'Italia", ma "dal punto di vista personale, bisogna solo rispettare il voto dei cittadini. Che io spero ovviamente sia positivo. Dal punto di vista personale, quando hai fatto tutto quello che dovevi fare, quando i tuoi figli ti dicono 'o babbo, stasera veniamo in piazza con te a Firenze', beh non c'è altro da aggiungere... E' stata una cavalcata meravigliosa. Detto questo, io credo che l'Italia abbia bisogno di una riforma semplice e abbia il diritto di entrare nel futuro".

"La vittoria del sì dà più stabilità al paese, questo lo riconoscono anche i sostenitori del no", dice ancora Renzi. Per il Presidente del Consiglio, votare sì domenica "è l'ultima chance, l'ultimo giro di giostra per riprendere in mano il Paese".

Il premier commenta poi la polemica sui possibili brogli del voto all'estero: "Mi spiace molto, è un film che ogni volta si ripropone. Il voto all'estero è stato proposto dall'allora ministro del centrodestra Tremaglia e votato a sinistra. Non capisco perché dire che lì si fanno i brogli? Perché continuare ad alimentare tensioni e polemiche?".

E a chi gli chiede se sia vero che, in caso di vittoria dei sì al referendum, il presidente del Consiglio e il Pd vorranno le elezioni anticipate, capitalizzando il successo sulla riforma, Renzi risponde: "Tutti 'sti retroscena sono fantapolitica, non li prendo nemmeno in considerazione. La risposta è negativa". "Quando si va alle elezioni - continua - non dipende dal presidente del Consiglio ma dal Parlamento e dal Presidente della Repubblica".

Renzi torna poi sulla volontà di veto dell'Italia al bilancio Ue: "Questi - commenta duro - capiscono solo il linguaggio dei soldi", e se non cambiano la politica sui migranti "noi la finiamo di fare da salvadanaio". "Se la riforma passa - sottolinea - è ovvio che l'Italia è molto più forte".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI