Home . Fatti . Politica . Legge elettorale, Pd deposita il Rosatellum. Renzi: "Basta rinvii"

Legge elettorale, Pd deposita il Rosatellum. Renzi: "Basta rinvii"

POLITICA
Legge elettorale, Pd deposita il Rosatellum. Renzi: Basta rinvii

(Fotogramma)

Il pallino, ora, è tutto nelle mani del Pd. Da stasera in commissione ci sarà un nuovo testo base su cui lavorare per la legge elettorale: la proposta Pd per un sistema al 50 per cento proporzionale e al 50 per cento maggioritario. Il Rosatellum, come è stato ribattezzato, dal nome del capogruppo dem Ettore Rosato. E del Pd è anche il nuovo relatore, Emanuele Fiano.

Un testo che parte con l'appoggio di Lega, Ala, fittiani e autonomie. Una maggioranza non ampia ma che i dem mirano a far crescere in corso d'opera. Magari rivendendo la quota fifty fifty tra proporzionale e maggioritario per recuperare il sostegno di Fi. Del resto il canale con gli azzurri non è stato mai chiuso. E rivedendo, magari, anche la soglia di sbarramento. Per ora, il Rosatellum la prevede al 5 per cento ma non è detto che non possa scendere al 4 per attrarre i 'piccoli', in primis i centristi della maggioranza.

E non ci sono solo i dettagli della legge elettorale. Per dire, oggi Rosato ha lanciato un amo sia ai centristi che a Mdp parlando di una possibile "coalizione soft" tra le forze che sostengono il governo.

Nella parte maggioritaria con collegi uninominali del Rosatellum, infatti, è prevista la possibilità di coalizioni. Mdp per ora ha risposto picche. "Ma vi stanno gettando un salvagente", scherzava oggi in Transatlantico Giacomo Portas con Pier Luigi Bersani. "Ma per stare insieme ci vuole un programma condiviso...", ha ribattuto l'ex segretario del Pd.

Allargare il perimetro della maggioranza a favore della proposta Pd, questa la partita delle prossime ore. Un testo con un sostegno ampio che arrivi 'blindato' al Senato è l'unica chance per approvare la legge. In quest'ottica oggi si sono diffuse voci sulla possibilità che nasca un nuovo gruppo centrista a palazzo Madama che peschi dal Misto e le sue sottocomponenti, proprio per rendere più solidi i numeri per il Rosatellum al Senato. "Una bufala", dice Rosato ai cronisti.

E i rumors sul nuovo gruppo sono subito stati rilanciati dai 5 Stelle. Attacca Danilo Toninelli: "Si sta creando un gruppo di transfughi e voltagabbana al Senato. Sono i 12-13 senatori che servono a Renzi per approvare la legge elettorale. La storia di Berlusconi è stata annichilita. Abbiamo già fatto il calcolo. Col nuovo gruppo e Alfano sono 188, vanno lisci e puliti".

Il punto, ammette un big del Pd, è che "solo i 5 Stelle hanno da perdere con il nostro modello. Berlusconi sarebbe un pazzo a dire di no. Ma i 5 Stelle non avendo una classe dirigente da schierare nei collegi potrebbero essere penalizzati". Per questo i dem sono convinti di riuscire a convogliare sul testo una maggioranza ampia. Tranne i 5 Stelle, ovviamente.

"Ci aspettiamo ostruzionismo", dicono dal Pd. E Matteo Renzi ha già messo le mani avanti per chiarire chi sarà responsabile se ci saranno ritardi nell'iter della legge che, da calendario, dovrebbe approdare in aula alla Camera il 29 maggio. Scrive Renzi su Facebook: "Come Partito Democratico lanciamo un appello a tutti gli altri: per favore, non perdete altro tempo. Diteci dei no o dei sì, fate emendamenti, avanzate controproposte. Ma non rinviate ancora la data del 29 maggio".

"Dopo mesi di rinvii, la Camera ha deciso di andare in aula il 29 maggio. Questo permetterà - per regolamento - di avere tempi contingentati e di approvare la nuova legge nei primi giorni di giugno", prosegue Renzi su Fb. "Come Partito democratico lanciamo un appello a tutti gli altri: per favore, non perdete altro tempo. Diteci dei no o dei sì, fate emendamenti, avanzate controproposte. Ma non rinviate ancora la data del 29 maggio. Sono passati ormai quasi sei mesi dal referendum: per favore, non prendete in giro i cittadini. Il Pd offre serietà ma chiede rispetto per gli italiani", conclude Renzi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI