Legge elettorale, prove di dialogo Pd-M5S

Sulla legge elettorale, "noi siamo disponibili al dialogo con tutte le forze politiche. E’ evidente che bisogna fare un testo condiviso da tutti". Lo dice Ettore Rosato al Giornale Radio Rai. "Ma soprattutto serve che ognuno mantenga i patti sottoscritti. Il movimento 5 stelle non l’ha fatto nel precedente passaggio. Se ora sono pronti a confrontarsi seriamente, per noi il tavolo è aperto", aggiunge il capogruppo del Pd alla Camera.

"Il Partito democratico non voleva né le preferenze né il voto disgiunto, che poi è una sorta di preferenza. Se dovessero tornare a ragionare per il vantaggio dei cittadini e per il potere di scelta ai cittadini si potrebbe fare, ma considerando gli interlocutori ci pare impossibile", dice, sempre a Gr1 Rai, il pentastellato Danilo Toninelli.

"Il modello tedesco è naufragato a causa dei franchi traditori del Pd e non solo, quindi bisogna per forza di cose tornare alle schema del legalicum, applicare la riforma uscita dalla Corte anche al Senato e andare immediatamente e finalmente al voto", l'esponente M5S.