Home . Fatti . Politica . Meloni: "Io attaccata più di Boldrini ma nessuno si scandalizza"

Meloni: "Io attaccata più di Boldrini ma nessuno si scandalizza"

POLITICA
Meloni: Io attaccata più di Boldrini ma nessuno si scandalizza

"Laura Boldrini è sicuramente, come purtroppo ogni politico, oggetto di tanto odio sul web, ma io sono oggetto di molto più odio della Boldrini e nessuno si scandalizza, perchè purtroppo c'è sempre l'utilizzo di due pesi e due misure: se viene insultato chi sta a destra è normale, perchè è fascista, insultiamolo pure, è giusto che sia così; invece per gli altri c'è solidarietà". Lo dice Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ospite de 'L'intervista' di Maria Latella su Sky Tg 24.

"Non ho problemi -aggiunge- a esprimere solidarietà alla presidente Boldrini e a tutti quelli che vengono insultati, anche se, a differenza della presidente Boldrini, non ritengo che si debbano fare leggi per sanzionare, perchè sono contraria ai reati di opinione".

Meloni interviene poi sulla decisione di Facebook di bloccare il video in cui, parlando di patrioti, viene presentata la manifestazione Atreju, dove "abbiamo dato qualche lezione di democrazia: fummo i primi ad invitare Fausto Bertinotti in un dibattito con l'allora presidente di Alleanza nazionale".

"Facebook è un grande ibrido di questo tempo e il problema andrà affrontato, perchè è uno dei più grandi media attualmente esistenti, ma non rientra in alcuna delle normative a cui sottostanno i grandi media. Fui bloccata da Facebook tempo fa, perchè avevo citato la parola zingaro, che non è un termine offensivo, come definisce lo Zingarelli. Tempo dopo sono incappata in una pagina Facebook il cui titolo era una bestemmia e l'ho segnalato a Facebook", che "mi ha risposto questa pagina corrisponde a criteri della nostra comunità. Caro Zuckerberg -conclude Meloni- i criteri della tua comunità non sono i miei".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI