Home . Fatti . Politica . Rosatellum bis, in aula il 10 ottobre: "L'accordo terrà"

Rosatellum bis, in aula il 10 ottobre: "L'accordo terrà"

POLITICA
Rosatellum bis, in aula il 10 ottobre: L'accordo terrà

(FOTOGRAMMA)

"Mi sento di garantire sulla tenuta dell'accordo da parte dei gruppi" che sostengono il Rosatellum bis. "Non mi aspetto sorprese in aula". Lo dice il capogruppo del Pd, Ettore Rosato, a proposito della tenuta dell'accordo con Ap, Forza Italia e Lega sulla legge elettorale. Ovviamente, ha aggiunto, "non posso garantire su eventuali voti segreti, perché lì entrano in gioco i singoli parlamentari".

10 OTTOBRE - In aula arriverà il 10 ottobre "per non dare adito a qualcuno di accusarci di voler fare forzature" dice Rosato, in merito alla data. Che è stata "proposta dalla presidente Boldrini. Ora la commissione ha tempo per lavorare".

15 OTTOBRE - Anche se l'approdo in aula è stato fissato per il 10 ottobre, per Rosato resta confermata la possibilità di approvare la legge elettorale "entro il 15 ottobre".

EMENDAMENTI - L'ufficio di presidenza della Commissione Affari costituzionale - che ha adottato il Rosatellum bis come testo base della legge elettorale (hanno votato a favore Pd, Ap, Forza Italia, Lega e Ala-Sc con Svp, Des-Cd e il gruppo Misto con Pino Pisicchio; contrari M5S, Fdi, Sinistra Italiana e Mdp) - ha intanto concordato un nuovo calendario meno 'serrato': il termine per la presentazione degli emendamenti è stato posticipato a venerdì alle 12. Si inizierà a votare in commissione da martedì prossimo, 3 ottobre.

M5S - "Il Rosatellum 2.0 è una legge liberticida, che serve solo per siglare l'inciucio Renzi-Berlusconi e non a garantire governabilità e rappresentanza'' affermano in una nota i deputati M5S della commissione Affari costituzionali. '

'I vecchi partiti, dopo Porcellum e Italicum, non hanno cambiato metodo e si apprestano a varare la terza legge elettorale incostituzionale: come si dice 'non c'è due senza tre'. Ci batteremo con forza per fermare quest'ennesimo oltraggio alla democrazia''.

A proposito dei pentastellati, il capogruppo Pd Rosato sottolinea: "Ricordo come i cinque stelle, quando erano d'accordo con noi sul tedesco, avessero molta molta fretta... sempre di legge elettorale si tratta e, quindi, immagino che anche stavolta avranno stessa premura istituzionale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI