Home . Fatti . Politica . Via libera della Commissione al Rosatellum bis

Via libera della Commissione al Rosatellum bis

POLITICA
Via libera della Commissione al Rosatellum bis

(Fotogramma)

Primo step della legge elettorale. La commissione Affari costituzionali della Camera ha dato via libera al Rosatellum bis, nominando relatore di maggioranza Emanuele Fiano (Pd).

Pd, Lega Nord, Forza Italia, Ap, Direzione Italia, Scelta civica, Civici e innovatori si sono espressi a favore. Contrari M5S, Fdi-An, Sinistra italiana, Mdp e Alternativa libera. Il testo verrà discusso in aula da martedì prossimo alle 15.

Per non ostacolare l'arrivo delle legge in aula, Forza Italia ha deciso di ritirare l'emendamento che avrebbe potuto - secondo alcuni - spianare la strada a un ritorno di Silvio Berlusconi. Tuttavia, ha spiegato il deputato di Fi Paolo Francesco Sisto, nel corso della seduta della commissione Affari costituzionali, Forza Italia si riserva di riproporre la modifica in aula.

"Nell'emendamento 1.173 - ha spiegato Sisto - chiediamo che il capo della coalizione sia il capo della forza politica che ottiene il maggior numero di voti, in sostanza rimettiamo al giudizio dell'elettorato l'individuazione del capo della coalizione. Non capisco perché questa modifica venga ritenuta truffaldina. Ma poiché abbiamo a cuore la possibilità di raggiungere l'obiettivo di votare il testo della legge elettorale, ritiriamo l'emendamento e ci riserviamo di riproporlo in aula".

Non è passata, in commissione Affari costituzionali alla Camera, la norma che impedisce la presentazione di una lista elettorale guidata da un capo incandidabile, in base all'applicazione delle norme della legge Severino. La norma, ribattezzata anti-Berlusconi, è stata presentata con un emendamento dal M5S che la commissione ha respinto.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI