Home . Fatti . Politica . Bankitalia, Renzi: "Governo sapeva"

Bankitalia, Renzi: "Governo sapeva"

POLITICA
Bankitalia, Renzi: Governo sapeva

Matteo Renzi (Fotogramma)

"Il governo non era semplicemente informato: era d’accordo". Così in un'intervista a 'Qn-Il resto del Carlino' il segretario Pd Matteo Renzi torna a parlare del caso Bankitalia che ha creato polemiche tra i dem. "La mozione parlamentare - spiega - non solo era nota al governo, ma come sa chi conosce il diritto parlamentare questa mozione prevedeva che il governo desse un parere. Che c’è stato. Ed è stato positivo. L’esecutivo - sottolinea - è composto da persone serie, non danno parere positivo senza sapere di cosa stanno parlando. Dunque: è evidente che il governo sapesse e che anche fosse d’accordo".

Riguardo alle posizioni espresse da molti big del partito e dal presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, Renzi dice: "Mi spiace per le polemiche di Veltroni e Napolitano e di tutti gli altri, anche se rispetto la loro opinione. Ogni discussione aiuta a crescere, ma rimango stupito nel vedere reazioni così dure a un semplice atto parlamentare".

Il leader dem poi assicura: "Noi rispetteremo qualunque scelta verrà fatta dalle autorità preposte sul nome del prossimo governatore. Auspico che scelgano la persona migliore: se il governo riterrà che la persona migliore sia l’attuale governatore, ne prenderemo atto. Ma il rispetto istituzionale - aggiunge - non significa non chiedere chiarezza rispetto a ciò che è successo. Noi abbiamo la coscienza a posto, spero che tutti - conclude - possano dire lo stesso".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI