Home . Fatti . Politica . Scuola, sì a uscita senza adulti

Scuola, sì a uscita senza adulti

POLITICA
Scuola, sì a uscita senza adulti

I senatori del Pd hanno presentato un emendamento al decreto fiscale all'esame di palazzo Madama che elimina l'obbligo per i genitori di prendere personalmente a scuola i figli minori di 14 anni. "I genitori -si legge nel testo- esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori e i soggetti affidatari ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184, dei minori di 14 anni, in considerazione dell'età di questi ultimi, del loro grado di autonomia e dello specifico contesto, nell'ambito di un processo di loro autoresponsabilizzazione, possono autorizzare le istituzioni del sistema nazionale di istruzione a consentire l'uscita autonoma dei minori di 14 anni dai locali scolastici al termine dell'orario delle lezioni".

Un successivo comma disponde che tale autorizzazione esonera il personale scolastico dalla responsabilità connessa all'adempimento dell'obbligo di vigilanza". L'emendamento è firmato dai senatori Marcucci, Puglisi, Elena Ferrara, Di Giorgi, Del Barba, Idem, Martini, Tocci, Zavoli, Saggese, Spilabotte.

MDP - Anche diversi senatori Mdp-Art.1 hanno presentato un emendamento: "I genitori esercenti la responsabilità genitoriale e i tutori dei minori possono autorizzare per iscritto, con nota indirizzata al dirigente preposto, l'Istituto scolastico a consentire l'uscita autonoma ed indipendente dei minori dai locali della scuola e comunque dal perimetro scolastico al termine dell'orario delle lezioni e, in generale, di ogni attività riconducibile alla didattica che si svolge all'interno dei suddetti locali".

L'autorizzazione, che deve essere confermata all'inizio di ogni anno scolastico e trasmessa al nuovo istituto, in caso di trasferimento, "esonera il personale scolastico, ivi compreso quello non docente, da ogni responsabilità civile e penale connessa all'adempimento dell'obbligo di vigilanza, custodia e cura sui minori, a prescindere da quanto eventualmente previsto e disciplinato dal Regolamento dell'Istituto scolastico".

Tuttavia, al fine dell'esonero dalle responsabilità citate, l'Isituto scolastico "deve rifiutare l'autorizzazione ovvero concederla a determinate, specifiche, condizioni, con nota scritta motivata indirizzata ai genitori ed ai tutori, in ogni ipotesi in cui la predetta autorizzazione sia contraria agli interessi di sicurezza ed incolumità del minore, tenuto conto della sua età e del suo grado di autonomia nonché del contesto e di ogni altra circostanza idonea a comprimere e limitare il processo di autoresponsabilizzazione del minore stesso".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI