Home . Fatti . Politica . "Decidere di non decidere", delusione dem

"Decidere di non decidere", delusione dem

POLITICA
Decidere di non decidere, delusione dem

(Fotogramma)

Delusione e smarrimento. Mentre ancora è in corso l'assemblea del Pd, gli elettori e i simpatizzanti dem esprimono sui social tutta la rabbia per un partito che sembra aver "deciso di non decidere". Scotta il rinvio della decisione sul segretario e non si perdona il "sostanziale stallo della dirigenza in un momento in cui bisognerebbe muoversi". Una rabbia che monta in particolare contro l'ex segretario Renzi, "colpevole di bloccare tutto", e contro "un'assemblea inutile" che è solo "il trionfo della retorica di altri tempi".

"Si assiste alla fine del Pd", sentenziano mentre si scagliano contro un partito "congelato. Perfetta immagine del #pdnetwork. Perfetta". Agli occhi di molti, in una frase che è ormai ricorrente nei commenti, il Partito democratico "decide di non decidere e dunque di allungare la lenta e dolorosa agonia di quello che è stato il perno del centrosinistra italiano. Quattro anni di linea politica fallimentare e di risultati elettorali devastanti - notano - evidentemente non sono stati abbastanza".

"A sorpresa l'Assemblea PD vota per cambiare l'ordine del giorno. In favore di un disordine a tempo indeterminato", scherzano ma non troppo sul "più grande fallimento del centrosinistra in Italia. Renzi - accusano - ha deciso che il Pd oggi non ne deve parlare. Meglio concentrarsi sulla propaganda contro #LegaM5S".

"Lasciate stare la vacca nel corridoio e prendete il toro per le corna", tentano di spronarli mentre passano le immagini della diretta. Ma su tutto prevale l'amarezza: "Martina sta parlando. La sala si fa gli affari suoi. Martina chiede di fare attenzione. Vi basta su quanto stia accadendo all'Assemblea PD o devo andare avanti?". E non contano le ragioni delle varie correnti anche fra i votanti sintonizzati sul web: questa Assemblea "è la pietra tombale del partito", assicurano, mentre notano come - con i festeggiamenti per il Royal Wedding ancora in corso - "a Londra ci si sposa, a Roma si divorzia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.