Tap e Tav, Dibba scuote i 5S

Nel dibattito all'interno dell'esecutivo su Tap e Tav irrompono le parole di Alessandro Di Battista. L'ex parlamentare del M5S da Puerto Escondido 'pungola' il Movimento in una diretta via Facebook invitandolo a rimanere fermo sui no detti prima di arrivare al governo. "Il Movimento deve fare il Movimento - sottolinea -, quello che sta facendo Luigi (Di Maio, ndr), dritti come treni", ribadendo i "no sani che abbiamo detto" perché anche su quei no "ci abbiamo preso i voti".
Per Di Battista Tap e Tav sono "opere inutili". "Abbiamo fatto battaglie importanti", ricorda, contro l'alta velocità Torino-Lione e il gasdotto in Puglia. "Coraggio - insiste -, questo è il momento di spingere, mica ci possiamo lasciare distrarre". L'ex parlamentare non fa alcun appunto al vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. "Sta combattendo tantissimo - sottolinea -, tutti gli altri ministri del M5S dovrebbero avere lo stesso identico coraggio di Luigi".
Il ministro per il Sud Barbara Lezzi condivide su Facebook il video dell'ex parlamentare 5 Stelle. Mentre Di Maio, commentando le sue parole, dice: "Ha ragione Di Battista al governo, più che quando stiamo all'opposizione, il Movimento ha il dovere di difendere i propri valori". Per quanto riguarda la Tav, aggiunge, "l'abbiamo messa nel contratto di governo", ricordando che il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire durante il loro incontro a Roma ha dichiarato di capire i suoi "dubbi sulla Tav". Diversa la posizione del vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, che, intervistato sabato da SkyTg24, ha ribadito: "Sulla Tav si va avanti e non si torna indietro".